Aicon e il bilancio

Il Consiglio di Amministrazione di Aicon, gruppo messinese che opera nella progettazione, costruzione e commercializzazione di imbarcazioni e navi da diporto a motore di lusso, ha approvato il progetto di Bilancio d’esercizio 2008/2009 ed il Bilancio Consolidato al 31 agosto 2009. L’esercizio 2008/09 ha rappresentato per il Gruppo Aicon un intenso anno di attività di riorganizzazione, che ha visto un significativo e progressivo miglioramento in termini gestionali, determinato dalle strategie poste in essere dal Gruppo per fronteggiare il difficile momento di congiuntura economica. Alla luce della profonda crisi del settore nautico, il Gruppo, nel mese di Aprile 2009, ha approvato un nuovo Piano Industriale 2009 – 2012, che non si pone obiettivi di crescita ma di redditività e di un progressivo ritorno all’utile d’esercizio entro gli anni di Piano. I benefici effetti derivanti dalla riorganizzazione strategica del Gruppo, e dall’attuazione del Piano Industriale, hanno avuto un impatto positivo sui risultati del secondo semestre dell’esercizio. Negli ultimi due trimestri, pertanto, l’EBITDA è tornato positivo per 155 migliaia di Euro nel terzo trimestre (con un’incidenza sui ricavi dell’1,5%), e per 1.075 migliaia di Euro nel quarto trimestre (con un’incidenza sui ricavi del 9,9%).
Complessivamente, l’esercizio 2008/09 ha registrato un EBITDA negativo per (2.373) migliaia di Euro, pari a (7,0%) dei ricavi, contro i (5.434)  migliaia di Euro del 2007/08, pari a (7,9%) dei ricavi.
I miglioramenti gestionali sono evidenti nel conto economico, che mostra una rilevante riduzione di tutte le voci di costo, sia in termini assoluti che in termini di incidenza percentuale sui ricavi, pur in presenza di una situazione economico-finanziaria del Gruppo ancora in tensione. Nell’esercizio il Gruppo ha consegnato 22 imbarcazioni e realizzato ricavi complessivi per 33.825 migliaia di Euro. Il secondo semestre ha visto un importante incremento, con 15 imbarcazioni consegnate contro le 7 del primo semestre, e ricavi per 21.043 migliaia di Euro. In termini di ricavi, l’esercizio 2008/09 è stato fortemente condizionato dalla difficile situazione di mercato, con una contrazione che, per il solo segmento nel quale opera prevalentemente Aicon, è stata stimata per un 9,0% nell’anno solare 2008 e un ulteriore 30,0% per il 2009. Pur nel difficile contesto di mercato, grazie alla strategia messa in atto da un punto di vista commerciale, il Gruppo ha notevolmente migliorato la distribuzione geografica dei ricavi. Al 31 agosto 2009 la distribuzione geografica delle vendite è del 54% in Italia, 25% nel resto EMEA e 21% in Americas. Al 31 agosto 2008, invece ben il 76% dei ricavi è stato concentrato in Italia, il 19% in area EMEA e il 5% in Americas. Tale risultato testimonia il miglioramento della politica di internazionalizzazione messa in atto, che ha portato all’espansione geografica in nuovi Paesi, con la firma di nuovi contratti di distribuzione in Grecia, Spagna, Germania, Benelux, Panama, e nuove partnership commerciali negli Stati Uniti e nei Paesi dell’ex Yugoslavia con il marchio Morgan Yachts. Il risultato di periodo di Gruppo è negativo per (16.917) migliaia di Euro, contro i (23.138) migliaia di Euro dell’esercizio 2008/09. In particolare, su tale risultato incidono particolarmente
i dati relativi al primo semestre, nel quale il risultato di periodo era negativo per (12.048) migliaia di Euro, contro i (4.869) migliaia del secondo semestre, nel quale si sono registrati i benefici effetti delle strategie messe in atto dal Gruppo. Da rilevare che sulla perdita gravano 4.543 migliaia di Euro di storno di imposte anticipate. La Posizione Finanziaria Netta al 31 agosto 2009 è passiva per 66.168 migliaia di Euro. Sul peggioramento rispetto al 31 agosto 2008 ha inciso prevalentemente il riscadenzamento del debito nei confronti dei fornitori, effettuato mediante emissione di tratte cambiarie. Si precisa che nei prospetti di bilancio 2008/2009, in applicazione dei principi contabili internazionali, i debiti bancari sono riportati a breve, in quanto l’accordo con gli Istituti Bancari finanziatori del Gruppo in attuazione del Piano di Risanamento è stato sottoscritto dopo la chiusura dell’esercizio I ricavi consolidati del Gruppo si sono attestati a 33.825 migliaia di Euro, cont ro le 68.581 migliaia di Euro al 31 agosto 2008. L’EBITDA è pari a (2.373) migliaia di Euro, pari al (7,0)% dei ricavi. Al 31 agosto 2008 era pari a (5.434) migliaia di Euro, pari al (7,9)% dei ricavi. Il Risultato Operativo è negativo per (10.591) migliaia di Euro. Al 31 agosto 2008 era negativo per (20.601) migliaia di Euro. Il Risultato Netto è negativo per (16.917) migliaia di Euro. Al 31 agosto 2008 era negativo per (23.138) migliaia di Euro Il Patrimonio Netto Consolidato al 31 agosto 2009 è pari a 18.173 migliaia di Euro. Nel 2008 era pari a 35.002 migliaia di Euro.
La Posizione Finanziaria Netta di Gruppo è passiva per 66.168 migliaia di Euro, di cui 38.503 migliaia di Euro di indebitamento bancario.
Al 31 agosto 2008 era passiva per 61.925 migliaia di Euro.

Share