Extreme Sailing Series ready to go

Confermata ufficialmente l’edizione 2011 delle Extreme Sailing Series. L’ Extreme Sailing Series™ è destinata ancora a crescere, dal momento che OC Events, la società che ha ideato questo circuito prestigioso e vincente, giunto ora alla sua quarta edizione, ha confermato che l’evento si svolgerà anche nel 2011 su scala mondiale. La crescita è parte della nuova visione a cinque anni per questo circuito di vela professionistica, che ha cambiato il modo in cui la vela viene percepita diventando uno dei più importanti patrimoni di questo sport.

OC, inoltre, ha concluso proprio questa settimana l’acquisizione della Classe Extreme 40, compresi il progetto e i diritti di costruzione, dalla TornadoSports. TornadoSports, presieduta da Herbert Dercksen, aveva lanciato nel 2005 questo nuovo format di regate, in collaborazione con Mitch Booth e Daniel Koene, varando il primo catamarano Extreme 40, progettato da Yves Loday e oggi costruito da Marstrom in Svezia. In seguito all’acquisizione, OC gestirà la Classe, il supporto tecnico ai team e la vendita delle barche. Come già annunciato, l’ Extreme Sailing Series™ si è impegnata a fare dell’Extreme 40 il protagonista assoluto delle regate internazionali almeno fino al gennaio 2013. Nello stesso tempo l’Extreme Sailing Series™ coinvolgerà i team che già partecipano all’evento in merito alle scelte sulle possibili modifiche che avranno luogo nel corso della stagione 2011, sia per quanto riguarda le barche sia per le regole di regata.
Quello delle Extreme Sailing Series™, è uno dei soli quattro circuiti al mondo a cui è stato assegnato lo status di Evento Speciale dall’ISAF (la Federazione Internazionale di Vela). Il circuito delle Extreme Sailing Series™, è rinomato per la sua peculiarità a dar vita a regate di altissimo livello e per essere l’unico in grado di attrarre i migliori velisti del mondo provenienti da diverse discipline (America’s Cup, Olimpiadi, e regate oceaniche).
Le regate si svolgono su diversi percorsi e il pubblico viene coinvolto nell’azione grazie ad un formato molto spettacolare. Negli ultimi 12 mesi, gli eventi hanno visto lo svolgimento di regate di flotta convenzionali (con percorsi bolina-poppa), regate costiere, regate brevi di soli 15 minuti con sfide serrate stile “arena”, gare di velocità uno contro uno, e da quest’anno, come d’obbligo, le regate di match race.
L’impostazione di base del circuito è sempre stata quella di contribuire a realizzare il massimo ritorno d’investimenti possibile per gli sponsor dei team. Questa filosofia continua ad essere applicata sia con il controllo dei costi (i budget rimangono nell’ordine di investimenti di decine di migliaia di Euro per ogni mercato), sia allargando il circuito a località sempre diverse per aumentare la visibilità globale dell’evento.

Nel 2011 il circuito delle Extreme Sailing Series™, sarà composto da una serie di otto eventi internazionali che interesseranno Europa, Stati Uniti, Medio ed Estremo Oriente. Negli ultimi sei mesi, OC Events ha ricevuto più di 60 richieste da parte di città interessate ad ospitare una tappa del circuito. Per il circuito del 2011 sono state selezionate al momento 18 possibili località. Anche per il 2012 la scelta delle potenziali città ospitanti è già a buon punto.
Trapani (Italia) e Andalucia (Spagna), che già nel 2010 hanno ospitato due tappe, sono state confermate con un accordo pluriennale. OC Events annuncerà le altre località tra ottobre e novembre.
Un “tipico” evento del 2011 consisterà in cinque giorni di regata, a differenza dei tre dello scorso anno. Durante i primi due giorni saranno disputate regate in acque aperte a largo dove le località lo permetteranno, prima che l’azione si sposti all’interno dello “stadio” ovvero il porto negli ultimi tre giorni del programma “ Stiamo cercando di migliorare e di allargare il circuito delle Extreme Sailing Series™ da ogni punto di vista” ha dichiarato Mark Turner, Presidente di Oc ThirdPole, società di eventi outdoor di recentissima formazione, la cui controllata OC Events è, a sua volta, organizzatrice del circuito.

“Il circuito delle Extreme Sailing Series™ crescerà ancora sia grazie a competizioni con format innovativi, a località con caratteristiche diverse tra loro ma comunque sempre simbolo di eccellenza – location al centro delle città o che affacciano sull’oceano, così come su fiumi e laghi – sia grazie a un’organizzazione delle regate di altissimo e giudici in acqua. Lo sviluppo di esclusive esperienze di B2B per VIP, che hanno rappresentato una peculiarità del circuito fin dal principio, saranno ulteriormente implementate. Particolare cura sarà dedicata all’intrattenimento per gli spettatori sia in acqua sia a terra, che includerà i nostri concerti Sailing Rocks™.
Allo scopo di incrementare ulteriormente la diffusione del circuito sulle reti televisive mondiali – ha continuato Turner – abbiamo pianificato un aumento della produzione e della distribuzione dei nostri contenuti editoriali per le serie TV che hanno avuto maggiore successo a livello internazionale, così come per i contenuti online. Abbiamo pensato di portare in regata altre classi, come i Moth e i windsurf, durante le fasi di warm-up, sia per pura esibizione che per regatare.
In considerazione dell’alto numero di richieste pervenute e del fatto che il limite di partecipanti per il 2011 è fissato a 12 barche, oggi è stato pubblicato un preliminare del Bando di Regata insieme a una procedura di pre-iscrizione. Qualora venisse raggiunto il limite di 12 iscritti, i team che già partecipano al circuito e che hanno collaborato alla sua crescita, avranno un diritto di priorità nell’iscrizione.
Il Bando di Regata ufficiale sarà pubblicato il 31 ottobre al termine dell’ultimo evento 2010 in programma, quello di Almeria in Spagna. Sempre in quel momento saranno aperte le iscrizioni.

Abbiamo investito in modo importante in questo circuito dal 2007 e crediamo assolutamente nelle Extreme Sailing Series™, un evento che offre un eccezionale ritorno di investimento per tutti coloro che sono coinvolti, soprattutto per quei brand che già sono sponsor dei team e che hanno un interesse specifico a incrementare costantemente la loro immagine e la qualità dei loro prodotti.
Ci aspettiamo di riuscire a stabilire nuove partnership eccellenti non solo a livello di località, di sponsor dell’evento, ma anche per quello che riguarda i team” ha concluso Turner.

 

Share