Farevelanet, il leader del twittering nautico italiano

Twitter è un social network che si basa su messaggi di 140 caratteri. Ciò significa che, se non hai il dono della sintesi, le tue frasi verr
Oggi come non mai nel mondo della comunicazione siamo “inondati di informazioni” e se rimane un punto fermo che la radio dà la notizia, la tv fa vedere la notizia e la carta stampata spiega la notizia, internet prova a fare una selezione delle notizie, almeno in base ai nostri interessi.

Un travolgente e ininterrotto flusso di conoscenza: in questo modo si potrebbe riassumere la rivoluzione dell’ultimo trend in fatto di fenomeni sociali. Dopo blog, Youtube e Facebook dunque è Twitter il neologismo entrato ormai stabilmente nell’esperienza quotidiana di chiunque utilizzi il computer per lavoro, per passione o come semplice passatempo.

Come avrete notato dall’inizio dell’anno teniamo un occhio sullo sviluppo dei “followers” dei principali siti di nautica solo per capire in questa giungla della comunicazione nautica on-line chi si districa abilmente e con estremo piacere abbiamo scoperto che FareVela la fa da padrona.

Lo scopo come sempre non è di celebrare qualcuno ma stimolare gli utenti e gli addetti ai lavori ad appropriarsi di certi strumenti perché al di là delle Alpi e oltre i confini degli italici mari la concorrenza è spietata.

Nel giro di pochi mesi FV dall’apertura del suo microblog (twitter.com/farevelanet) ha preso la testa della classifica e quello che più è apprezzabile è che rispetto al sito tradizionale oggi è seguita non solo dal pubblico italiano ma anche da quello anglofono. La stessa SailBiz oggi ha più follower stranieri che italiani ma la linea editoriale scelta per Twitter è stata quella di comporre i 140 caratteri solo in inglese. Invece FV alternando le due lingue è riuscita da un lato a consolidare la sua leadership (ricordiamo che ufficialmente Farevela.net è stato il primo sito di vela on-line) e dall’altro anche ad affacciarsi su nuovi mercati.

Abbiamo chiesto a Michele Tognozzi, velista e giornalista responsabile di Farevela.net, una sua opinione sul tema: “I nostri follower su Twitter crescono di giorno in giorno. Siamo consapevoli dell’importanza dei social network e delle nuove forme di comunicazione istantanea, tra cui Twitter eccelle che mi auguro che anche il pubblico italiano ne comprenda presto le potenzialità così come è ormai prassi nel mondo anglosassone e internazionale in genere”.
Twitter quindi sta diventando il principale organo di informazione in tempo reale e anche se le dimensioni delle notizie sono limitate a 140 caratteri, genera interesse proprio perché costringe chi lo usa ad avere veramente qualcosa da dire. Pertanto ci auguriamo una rapida diffusione anche nell’editoria italiana on-line!

 

 

 

Michele Tognozzi at Capo Horn
Share