In cerca di occhiali per gli sport acquatici? Arriva il modello che galleggia e tutela i fondali marini

Trovare gli occhiali più adatti per gli sport acquatici non è affare del tutto semplice. Il rischio è perderli di frequente. Fino ad oggi almeno. E’ infatti arrivato sul mercato un modello davvero interessante, perfetto per il frequentatore del mare, dei laghi, dei fiumi, che racchiude in sé la semplicità della soluzione ideale: l’occhiale che se cade galleggia. E non solo.

L’innovazione tecnologica in un periodo storico come quello che stiamo vivendo è il driver di successo. La pandemia impone nuove regole di marketing che soffiano sulle vele del business. Ma l’innovazione tecnologica è possibile dove c’è una visione concreta delle esigenze di una certa tipologia di clienti che si vuole conoscere, che si vuole assecondare e che si vuole conquistare. E’ così che è nato il Floating Eyewear di RH+, l’occhiale perfetto per gli sport acquatici. Ne ha parlato a Sailbiz Roberto Bazzara, sales director di AVM1959, azienda leader nella produzione di occhialeria e abbigliamento per l’outdoor, specificatamente, sci e ciclismo, ma anche licenziataria per l’occhialeria di REPLAY e Hally&Son.

Occhiali sport acquatici

RH+ Floating Eyewear

La storia di questo occhiale è figlia della passione per gli sport acquatici in generale e della vela in particolare, visto che RH+ ha già vissuto questo sport ai massimi livelli. L’azienda di Volta Mantovana, vicino al Lago di Garda, titolare del brand RH+, è nata nel 1959 ed è diventata un player importante nel settore ottico, con una particolare predilezione per gli sport outdoor. Attualmente l’azienda produce 19 collezioni che vengono distribuite in oltre 85 Paesi del mondo. Con un fatturato di oltre 12 milioni di euro, esporta in tutto il mondo sia i brand di cui è licenziataria che i brand di cui è proprietaria. Tra questi, il più famoso nel mondo della vela e dello sport in generale è RH+.

Migliori occhiali da vela

Nel 2007 RH+ è stata fornitore ufficiale di Alinghi e Mascalzone Latino durante l’America’s Cup di Valencia e con Alinghi ha anche vinto la Coppa. “Il brand RH+ è nato nel 2001 – ha raccontato Bazzara – e sin da subito si è posizionato come un un marchio in grado di soddisfare le esigenze di ogni sportivo. Fondata da Alberto Brignone e Rocco Benetton, l’azienda è sempre stata vicina agli sportivi di alto livello, specialmente con la propria linea di occhiali. Nel corso degli anni, ciclismo e sci sono stati i due mondi in cui il brand si è consolidato con importanti testimonial, come Mario Cipollini e Alberto Contador. Ma tra i più famosi testimonial abbiamo avuto anche Fabio Capello, Alberto Tomba e Russell Coutts“.

Alberto Tomba RH+

Bazzarra ha poi spiegato: “Dopo l’avventura con Alinghi abbiamo deciso di tornare sui campi di regata con un prodotto che fosse in grado di soddisfare le esigenze del frequentatore della domenica degli spazi acquei, ma anche del professionista. Per fare questo, abbiamo sviluppato un prodotto che avesse come obiettivo prioritario la vestibilità e la galleggiabilità. L’occhiale è in grado di essere vestito dall’atleta avvolgendo il volto in maniera flessibile e, soprattutto, è galleggiante, quindi non si perde in acqua e questo di conseguenza permette di non abbandonare plastica in mare e di non inquinare i fondali marini. Quest’ultima caratteristica si sposa adeguatamente con le esigenze di un pianeta green. In sostanza, abbiamo creato un prodotto Water Sport Addicted. Il nostro desiderio di tornare sui campi di regata nasce dall’amicizia con Furio Benussi e con il team del maxi yacht ARCA. Per questo saremo presenti sui campi a bordo e in alcuni eventi con uno spazio dedicato come la Barcolana di Trieste”.

Occhiali sport acquatici

Floating Eyewear front

Bazzarra ha quindi aggiunto: “Il nostro prodotto ovviamente oltre alla tecnologia delle lenti polarizzate dispone di una montatura ultra leggera. Nasciamo come brand neve e strada, ma la nostra costante ricerca della performance ci ha riportato, dopo la prestazione in Coppa America a bordo di Alinghi, a ritrovare il target degli appassionati del mare e in generale degli sport acquatici. Le sinergie studiate con il team FAST & Furio Sailing sono orientate ad eventi win win. Da un lato noi raccoglieremo costantemente feedback dal team sulle prestazioni dell’occhiale, dall’altro daremo visibilità al team nel nostro network internazionale. Il nostro ritorno alla vela ha l’obiettivo di posizionarci con un prodotto dedicato, accessibile a tutti. L’occhiale di punta costerà circa 120 euro, ma il modello base, sempre con lenti polarizzate e galleggiante, costerà circa 90 euro. Con il Team di Furio Benussi condividiamo lo spirito, la visione, e la continua ricerca nell’innovazione”.

Alla domanda di Sailbiz sul tema velista con il casco, dotazione ormai d’obbligo per gli atleti volanti del foiling, Bazzara conferma la capacità tecnologica dell’azienda di entrare in questo mercato grazie all’attuale produzione per il settore sci di maschere e caschi, ma al momento non è un obiettivo di business prioritario.

Furio Benussi, team leader del Fast and Furio Sailing Team: “Ringrazio AVM 1959 SPA per aver scelto di affiancarci con RH+ Floating Eyewear in tutte le nostre sfide 2021. Siamo felici che la vela sia sempre più oggetto di attenzione da parte di aziende italiane leader nei propri settori; realtà che cercano il nostro sport per comunicare e per sviluppare le proprie tecnologie, design e idee. Diamo dunque il benvenuto a bordo a RH+ Floating Eyewer e non vediamo l’ora di condividere assieme, con il massimo impegno e sinergia, tutte le sfide che ci vedranno protagonisti, nei prossimi mesi, sui campi di regata”.

Aspettando di vedere RH+ Floating Eyewear in azione sui campi di regata, indossiamo un prodotto che nasce con l’impegno di tutelare i mari e garantire performance degne di Coppa America.