La Maddalena, magari gli scandali di Bertolaso serviranno

Ma chi doveva dirlo che una delle isole più belle al mondo, scelta per il vertice del G8, bocciata in favore de L’Aquila e poi di nuovo scelta dalla Louis Vuitton, doveva ritrovarsi al centro delle vicende politiche italiane. Ebbene si prima, a causa dei milioni di euro spesi e abbandonati lì, poi per le presunte tangenti circolate e poi “anche” perché la casa del lusso Louis Vuitton l’ha scelta come sede della prima edizione in Italia del Trofeo.

 

Come sempre non diamo un’immagine di Bel Paese, nonostante lo siamo. Oggi la vicenda Bertolaso indigna i più, ma l’unica vera nota positiva che in questo modo crescerà l’attesa per l’evento velico che riporterà il sapore di Coppa America a maggio prossimo nel nostro paese. Per allora le strutture saranno pronte, il turismo lancerà l’isola, l’evento sarà dei migliori, come solo noi italiani sappiamo fare, e alla fine della fiera Louis Vuitton ringrazierà per lo scandalo dell’italietta che conta e si godrà il “proprio” evento di altissimo livello.

L’unica considerazione che si può fare, seppur amara, è ben venga questo scandalo perché farà bene all’isola più bella del mondo, da sempre patria di velisti e caprerini, farà bene alla vela nostrana e quando tutti si faranno belli per la riuscita dell’evento nessuno si ricorderà dei presunti interessi di Bertolaso.

Per allora tutti saremo italici in attesa dei mondiali di calcio

E magari come nel 1983 nacquero tante bimbe battezzate “Azzurra” quest’estate molte bimbe si chiameranno “Maddalena
Wl’Italia, Wla vela! WLouis Vuitton!

Share