https://thejrns.org/slot-gacor/https://ijohmn.com/public/slot-gacor/https://www.kuhoo.com/wp-content/uploads/slot-deposit-dana/http://clc.cet.edu/judi-bola/https://ijorces.org/slot-gacor/https://virtusclean.com/slot-online/https://modernacademy-journal.synceg.net/slot-gacor/https://rumosdainformacao.ivc.br/5unsur3/https://cosy.univrab.ac.id/slot-online/https://staialakbarsurabaya.ac.id/slot-online/https://krti.unesa.ac.id/slot-deposit-pulsa/http://jurnal.umsu.ac.id/public/http://jurnal.univrab.ac.id/slot-gacor/https://fbs.unj.ac.id/wp-content/slot-gacor/https://jurnal.ikipjember.ac.id/slot-online/https://itbk.ac.id/slot-online/https://pusbangpmpp.lppmp.untad.ac.id/judi-online/https://apache1.untad.ac.id/slot-gacor/https://revistadeodontologia.facpp.edu.br/public/slot-gacor/https://puskesmaspenerokan.batangharikab.go.id/slot-gacor/https://tangguh.batangharikab.go.id/slot-online/https://terang.batangharikab.go.id/slot88/https://umu.edu.lr/togel-online/https://irvingroup.com/sbobet/ Parte la nuova Fiera Nautica di Venezia made by Pollicardo | Sailbiz

Parte la nuova Fiera Nautica di Venezia made by Pollicardo

Si tiene dal 13 al 15 e dal 20 al 22 aprile 2012, la nuova fiera nautica di Venezia, nata dall’accordo tra Expo Venice, organizzatrice del Salone Nautico di Venezia, e Veneto Exhibitions, organizzatrice del NauticShow, fino all’anno scorso a Jesolo (a pochi chilometri da Venezia). Curatore è Lorenzo Pollicardo, esperto internazionale di nautica e già curatore del salone veneziano. Il Salone Nautico di Venezia/NauticShow conferma la location del Salone di Venezia 2012, Parco San Giuliano, l’ampia area verde con affaccio sulla Laguna Veneta e vista sul centro storico. La nuova manifestazione, chiudendo una lunga e infruttuosa concorrenza tra Saloni limitrofi, rilancia il salone veneziano come manifestazione leader dell’area Adriatica e Salone di riferimento tra le fiere nautiche di primavera.

 

I dati – 170 espositori e 220 imbarcazioni, in entrambi i casi oltre il 30% in più rispetto al 2011 – dimostrano che il format risponde alle esigenze del mercato, una superficie espositiva lorda di 65 mila metri quadrati, 13 mila dei quali adibiti ad area mare, 360 metri di pontili (250 nel 2011). Rilevanti anche gli aspetti qualitativi. Il Salone registra infatti l’ampliamento della propria area geografica d’interesse con aziende dal nord della Germania fino alla Sardegna. Altro indicatore fondamentale è il prospetto dei marchi. Rio Yacht, per esempio, che per la prima volta è presente a Venezia grazie a Nautica Bibione, nuovo dealer per il Veneto e Friuli Venezia Giulia. O il ritorno in Laguna di super brand come Azimut e Cranchi, barche performanti, dalle linee sportive e gli interni curatissimi. O ancora le ultime novità di casa Absolute, Boston Whaler, Manò Marine, Eolo, Viko, Rinker e Quicksilver con i nuovi modelli della gamma Activ.Particolarmente prezioso è il ritorno dello storico cantiere veneziano Dalla Pietà Yacht, recentemente rilevato dalla società cinese Millenium Marine ma con la sede produttiva ancora a Malcontenta-Venezia. Della Pietà sarà presente con uno stand e un modellino della nuova imbarcazione Dalla Pietà 70, attualmente in costruzione.  Il focus merceologico è confermato sulla piccola nautica.

 

“Concentrarsi sulla piccola nautica,” afferma il curatore del Salone Lorenzo Pollicardo, “si era dimostrato scelta vincente già nella scorsa edizione ma quest’anno trova ulteriore forza a seguito del varo di una tassa che colpisce il possesso di barche superiori ai dieci metri. Ad aiutarci è inoltre il periodo di svolgimento della manifestazione: Aprile è infatti il momento migliore per l’acquisto della piccola o media imbarcazione pronta all’uso, senza tenerla ferma per mesi in inverno.”
La piccola nautica rappresenta inoltre il comparto di riferimento per un territorio, la Laguna Veneta e l’Adriatico, dove la barca costituisce una passione per tanti, da condividere con i cari e gli amici, non solo appannaggio del lusso.
Spazio quindi a piccoli modelli dalla grandi prestazioni, facili nel prezzo e comodi da trasportare, a rimessaggio costo zero. E’ il caso di Calypso 12, prototipo di barca smontabile del giovane progettista veneziano Nicola Scopelliti, ex studente del Master in Architettura della Nave e dello Yacht dello IUAV, l’Università di Architettura di Venezia. O Paper8, l’imbarcazione pieghevole. O Energy 18, imbarcazione slovena ad energia solare, firmata Alfastreet Marine, ideale per la navigazione su lago, fiume o laguna. O, ancora, Argo Rire 0400, scafo in alluminio, design innovativo, proposta dell’azienda austriaca Argonautic.

E poi motori, accessoristica di gamma, abbigliamento tecnico e sportivo. Tra gli stand da visitare è sicuramente Kevlove, azienda di sartoria bresciana, specializzata nella realizzazione di borse, borsoni e fodere (anche per i-pad) realizzate riciclando tele di vele, stile ed esclusività garantite. Yeykey, azienda di Monaco di Baviera, presenta la propria gamma di occhiali da sole galleggianti, ideali per lo sport nautico. Tra gli eventi contestuali al Salone, di particolare rilievo è la prima tappa di Cluster Club, progetto di Unioncamere Veneto – Eurosportello, co-finanziato dal programma europeo IPA Adriatic CBC che mira all’integrazione tra aziende della filiera nautica dell’Area Adriatica e prevede per il 20 aprile, nel contesto del nuovo Salone, incontri business to business e business to credit. Nei giorni del Salone sarà inoltre presentato l’Osservatorio della Nautica del Veneto, progetto di monitoraggio del settore che oltre al Salone vedrà il coinvolgimento delle Università di Venezia (Ca’ Foscari) e Verona.
Tra gli eventi paralleli ha un rilievo particolare il 4° gommoraduno nazionale (21-22 aprile), organizzato da Maverick NautiClub di Padova.

Share