Passione per la velocità, salvaguardia dell’ambiente. Il Powerboat P1 conquista Siracusa

  Con l’avvento del Powerboat P1 Siracusa apre al glamour. Non solo rombo dei motori, coraggio e adrenalina dei piloti. Il circuito delle più veloci
imbarcazioni marine unisce alla passione per la velocità il fascino, la bellezza, l’arrivo di personalità attratto da un lusso finalmente alla
portata di tutto.

Grande cura dei particolari per un fine settimana che sin dal venerdì ha avuto gli occhi incuriositi del pubblico siciliano puntati addosso. Dalla
mattina con le performance dei bolidi, con la sensualità delle P1 Babes, una della attrazioni del nutrito paddock, fino a notte inoltrata con le feste
organizzate, ieri presso il locale Marea.

I protagonisti infatti non hanno solamente affollato con la loro personalità il molo del Porto Grande ed il mare antistante la costa, ma si sono esposti
al calore, alla tradizione ed alla storia che la città ed il pubblico siciliano ha saputo trasmettere.

*OSPITI ILLUSTRI*
Ospiti illustri hanno inoltre fatto più volte visita al Gran Premio del Mare della Sicilia. Tra questi il Sindaco di Siracusa Roberto Visentin, il Vice
Sindaco Francesco Sgarlata, cha ha anche assistito alla Sprint Race direttamente a bordo di uno scafo messo a disposizione dal P1, e l’Assessore
al Turismo della Regione Sicilia Nino Strano.

Non potevano mancare esponenti dello spettacolo e grande piacere ha fatto la presenza del noto attore siracusano Dario Bandiera. Famoso per la sua ironia, le sue imitazioni e la perenne allegria ha passeggiato per i paddock per saperne di più sul mondo della motonautica intrattenendo di tanto in tanto il pubblico presente con i suoi immancabili scatch in collaborazione con lo speaker ufficiale della manifestazione Mimmo Contestato, dj di FM Italia.

“Sono abituato a vedere tanta tranquillità ad Ortigia e scoprirla capace di ospitare eventi di questo calibro mi riempie di orgoglio – ha detto Dario –
sono manifestazioni che fanno bene ad una città bella come Siracusa e spesso sottovalutata dai turisti che ne vivono solamente il suo aspetto estetico senza soffermarsi sulla storia che trasmette”.

E’ un grande appassionato della velocità ma non è mai entrato in contatto con la motonautica: “Amo correre in moto, quando posso sono in pista a
girare con la mia Suzuki – ha continuato – osservando le barche sono rimasto molto affascinato e spero di poterci fare un giro”. Una speranza immediatamente accolta dal Presidente del Powerboat P1 Asif Rangoonwala che ha ufficialmente invitato Bandiera a fare un giro con lui su uno scafo da gara. “Non vedo l’ora” il commento di Dario Bandiera.

*AMBIENTE E BAMBINI*
Lusso e prestigio unito però ad una grande sensibilità nei confronti della cura e della salvaguardia dell’ambiente, ed alla necessità di puntare su un
pubblico giovane che possa avvicinarsi al mondo della motonautica in modo sano e piacevole.

Il Presidemte e CEO del Powerboat P1 Asif Rangoonwala ha infatti rivelato che l’organizzazione sta lanciando una Fondazione Powerboat P1 per lo
Sviluppo Marino. Rangoonwala ha scelto Siracusa per svelare la speranze di poter recitare un ruolo fondamentale nella pulizia ambientale nelle coste di tutto il mondo tramite l’utilizzo di un combustibile ecologico già sperimentato con successo a Goteborg.

“Siracusa è una regione che prende la cura per l’ambiente marino molto sul serio e per questo motivo il pubblico locale deve essere molto orgoglioso”. Il suo pensiero.

In più ha dichiarato che intende proporre una idea al sindaco di Siracusa, Roberto Visentin, di organizzare il prossimo anno sotto l’ala della
Powerboat P1 un corso per i bambini locali  per dare loro la possibilità di saperne di più su l’industria nautica.

“Mi impegno a fornire le barche e gli insegnanti per la formazione. Sarà come una borsa di studio di una settimana e si occuperà della formazione dei bambini per il mare, barche, motori e l’ambiente marino in generale.
Investirò denaro in questo progetto per far sì che sia un successo”.

Share