Quando un tycoon può muovere l’economia locale

  Lawrence Joseph Ellison, nel 2008 14° uomo più ricco del mondo, è sedotto dal Garda, anche per «il vento e l’ambiente è unico». Il numero uno di «Oracle», sponsor del team di Coppa America, ha mantenuto la promessa ed è tornato a gareggiare sul lago

Garda. Dal 7 al 12 luglio, in occasione del prestigioso trofeo velico internazionale «Malcesine Cup Rc 44», tornerà sul Garda il miliardario americano Lawrence Joseph Ellison cofondatore e amministratore delegato della «Oracle Corporation», una della più grandi aziende di fornitura di database software del mondo e patron del consorzio di Coppa America Bmw Oracle.
«Larry» Ellison già l’anno scorso ha partecipato a questa regata e ha un bellissimo ricordo di quella esperienza. «Non c’è posto più bello del Garda dove praticare la vela», aveva detto Ellison. «Le condizioni di vento sono fantastiche per non parlare della bellezza del luogo». Ellison durante il suo soggiorno gardesano è stato ospite della famiglia Rana nella villa Guarienti a Punta San Vigilio. Sul Garda il miliardario americano, che secondo la rivista finaziaria Forbes è il quarto uomo più ricco al mondo (l’anno scorso era al 14° posto), sul Garda si è trovato perfettamente a suo agio.
«Il responsabile della sue guardie del corpo mi ha confidato che non ha mai visto Ellison così tranquillo e sereno come nei giorni che ha passato qui da noi», racconta il presidente della Fraglia vela Malcesine Gianni Testa. «Per Ellison frequentare un bar o un ristorante è cosa inconsueta eppure qui lo ha fatto con piacere e soprattutto senza nessuna preoccupazione per la sua incolumità e privacy. Si sentiva a proprio agio, quasi fosse in famiglia». Anche se aveva a disposizione uno stuolo di cuochi Ellison ha gustato con piacere i piatti cucinati dal presidente Testa che lo ha avuto ospite all’enoteca «Gremal».
Per festeggiare la vittoria nelle regate «match race» Ellison, dopo essere stato premiato da Giovanni e Gianluca Rana, ha gustato come antipasto formaggio del Baldo e poi risotto agli asparagi e pasta ai formaggi. Il tutto accompagnato da vino Soave Pieropan e rosso veronese «Campo sireso» Otella di San Benedetto di Lugana. «L’anno scorso ha detto che sarebbe tornato e così è», assicura il presedente Testa. «Anche questa volta Ellison sarà in equipaggio con il campione neozelandese Russel Coutts, con il quale Ellison vuole vincere la prossima Coppa America che disputerà contro Alinghi dell’imprenditore svizzero Ernesto Bertarelli, che è il detentore dell’America’s Cup».
Martedì, alla stazione d’arrivo della funivia di Malcesine, a 1.880 metri d’altitudine, la cerimonia d’apertura della «Malcesine Cup». In gara, sulle barche «RC 44», progettate dal re dell’America’s Cup Russel Coutts (ne ha già vinte tre) dieci equipaggi con grandissimi campioni. Oltre a Coutts saranno in gara Dean Barker, Sebastien Col, Cameron Appleton, Markus Wieser, Karol Jablonski, Jose Maria Ponce, Ray Davies, Christian Binder e un altro misterioso skipper che l’armatore Frank Pong, da Hong Kong, non ha reso noto.

Share