Rolex Capri Sailing week…comunicazione in acqua e fuori

  Capri è un angolo di paradiso. Per gli equipaggi che si stanno preparando alle regate che avranno inizio domani, le condizioni sono perfette: cielo azzurro, una calda brezza che cresce gradualmente durante il giorno e mare calmo.

La Rolex Capri Sailing Week offre agli equipaggi l’opportunità di scoprire questa magnifica isola, che dista poche miglia dal caldo e dalla febbrile attività di Napoli. Se fosse tutto così semplice.

La flotta one-design di Farr 40, Swan 45 e Swan 42 sarà impegnata in regate intense e molto combattute; inoltre le regole di classe impongono severe restrizioni di peso degli equipaggi, che di conseguenza dovranno contenersi nell’apprezzare le prelibatezze gastronomiche che Capri ha da offrire. Anche i regatanti nella divisione Comet dovranno pensare alla propria dieta, considerando che per le quattro giornate di gara sono previsti venti leggeri, d’intensità non superiore a 12-13 nodi.

Oggi la giornata è stata dedicata agli ultimi controlli e allenamenti. Le regate avranno inizio domani, mercoledì, e proseguiranno fino a sabato. Un lavoro oggi incompiuto potrebbe mettere a repentaglio anche la barca più allenata. E se qualcuno avesse ancore dubbi sul livello di queste regate, sarà sufficiente uno sguardo alla composizione del Comitato di Regata per capire che non sarà certo una vacanza. Peter Reggio, noto per l’efficiente gestione delle ultime edizioni di Coppa America, ricoprirà il ruolo di Principal Race Officer. Sarà sua responsabilità selezionare e predisporre i percorsi di regata per la flotta che qui a Capri includerà quindici Farr 40, sei Swan 45, quattro Swan 42e quattordici Comet.

Reggio sa bene che avrà parecchio da fare, ma è felice di trovarsi qui: “è la mia prima visita a Capri, mi trovo qui da circa venti ore e mi piace molto. Il tempo è bellissimo e la gente è fantastica,” ha commentato aggiungendo: “le condizioni forse ci daranno qualche problema, dato che la brezza di mare non entra fino a circa mezzogiorno, ora prevista per i primi segnali.” Ma se ci sarà da attendere, per gli equipaggi non sarà poi così terribile. Capri è bellissima anche vista dal mare e stando alle dichiarazioni di un celebre tattico “a Capri fanno i migliori panini al mondo” – quindi non c’è di cui lamentarsi.

Tutte le classi svolgeranno nove prove al massimo. I Farr 40 regateranno solo su percorsi a bastone, mentre gli Swan hanno in programma anche una regata costiera; i Comet 41S e 45S si sfideranno sia su bastoni sia su costiere.

Ciascuna classe ha portato qui a Capri le proprie teste di serie. Vincenzo Onorato e il tattico Adrian Stead su Mascalzone Latino (ITA), Jim Richardson e il tattico Terry Hutchinson su Barking Mad (USA) sono solo alcuni dei nomi famosi che regateranno nella classe Farr 40. Onorato ha al suo attivo tre titoli mondiali, Richardson due. Ciascuno cercherà di trarre un vantaggio psicologico sull’avversario in vista dei Campionati Mondiali Rolex che si svolgeranno fra circa un mese. Altri ancora in questa classe – tra cui il Principe della Corona Federico di Danimarca con Nanoq – cercheranno un’opportunità per consolidare la loro posizione nella gerarchia dei Farr 40.

Tra gli Swan, il team di Leonardo Ferragamo – Presidente di Nautor’s Swan coadiuvato nelle sue decisioni dal Direttore Commerciale dell’azienda Enrico Chieffi – a bordo dello Swan 42 Cuordileone (ITA) sfiderà il vincitore della Rolex Swan Cup Enrico Scerni con Kora 4. Il detentore del titolo mondiale di classe Swan 45, Hendrik Brandis ed Earlybird (GER), avrà come consulente speciale il danese Sten Mohr, ex numero uno delle classifiche mondiali di match racing. Un altro forte danese nell’arena del match racing, Jesper Radich, regaterà con Nico Poons a bordo di Charisma (NED).

Anche la flotta Comet avrà le sue teste di serie, anche se a un livello più amatoriale. Senza dubbio lo skipper i cui astri in questo momento sono in fase ascendente è Marco Paolucci (vincitore della Giraglia Rolex Cup nel 2008 con il Comet 45 Tartaruga) che per questo evento fa coppia con il Comet 45 Libertine (su cui ha regatato SailBiz alla Comte Cup), vincitore dell’ ORC International World Championship 2008. Tra gli antagonisti con cui Paolucci dovrà fare i conti figurano un equipaggio interamente femminile a bordo di I. Nova, capitanato da Cristiana Monina, e il vincitore della Comet Cup 2009 Alessandro Nespega a bordo di Fral 2 (su cui ha regatato Sporteconomy sempre alla Comet Cup).

Tutto questo per dire che sono alcuni anni che Rolex si lega agli eventi principali del Mediterraneo; all’inizio in partnership con Yacht Club Costa Smeralda oggi con gli Yacht Club di un certo standing. Tutti gli eventi Rolex sono caratterizzati da un ottima copertura lato ufficio stampa con il coinvolgimento sempre dei migliori fotografi per evidenziare la precisione e il tempismo Rolex…..ma in quest’occasione la garanzia di precisione sarà data sicuramente da Peter Reggio, garanzia di efficienza organizzativa in acqua.

 

Share