Trapani che successo, forse prove di Coppa America?

Si è concluso la spettacolare tappa del circuito multiscafi Extreme 40. Come per l’Act del 2005 la città di Trapani ha dato il meglio di sé. Spettacolo, organizzazione, uno stadio del vento e soprattutto pubblico. Il fantastico risultato è stato possibile grazie ad un accordo pubblico privato che ha permesso l’organizzazione dell’evento. In sostanza il tutto si riassume in un accordo APQ per il quale Le Extreme Sailing Series™ di Trapani hanno avuto il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico, della Regione Siciliana e della Provincia regionale di Trapani,  Lo strumento che rende possibile l’investimento di risorse finanziarie nazionali per realizzare questo l’evento, come eventualmente altri,  è l’Accordo di Programma Quadro (APQ) denominato “Sviluppo integrato delle attività della nautica e del turismo nel contesto territoriale trapanese”.

Questo Accordo rientra nel più ampio programma “Sensi Contemporanei” (www.sensicontemporanei.it <http://www.sensicontemporanei.it> ) che ha lo scopo di promuovere lo sviluppo locale attraverso progetti nel campo della cultura, delle arti visive, dell’architettura e dell’urbanistica. Pertanto la Vela non è semplicemente intesa e utilizzata come uno sport, ma prima di tutto come un settore economico con un notevole potenziale di sviluppo e un network articolato di attività ad essa connesse.
Il supporto quindi non e’ fine a stesso come spesso accade per queste contribuzioni pubbliche, ma fa parte di un piano strutturato e a lungo termine per realizzare un polo nautico/turistico a Trapani, la citta’ del sale e della vela (appunto) che ovviamente crei un indotto in tutta la provincia di Trapani per tutti i settori, dalla ristorazione all’alberghiero, ecc. ecc. In questi giorni a San Vito Lo Capo si e’ tenuta la 14a edizione del Cus Cus Fes, altra manifestazione di grande richiamo, tra l’altro molto suggestiva, oltre cohe culinariamente interessante con concerti importanti tra cui Daniele Silvestri, Carmen Consoli, la presenza della Rai, ecc.

Dato il successo è lecito augurarsi che la città sia coinvolta per l’organizzazione di un un Act della prossima edizione della Coppa nel 2012 e considerando il successo di quelli del 2005, sicuramente Trapani riuscirà in questo intento.

 

Share