Una truffa “in scena” al Salone

Dufour si è dimenticata di costruire una barca di 50 piedi ordinata un anno prima. Ha venduto una barca usata spacciandola per nuova. Nelle loro difese ammettono che la barca è usata. Dufour 362mila euro per un giro in barca. Così tratti un consumatore cliente? Dufour se hai coraggio voglio essere denunciato per diffamazione!! Voglio documentare la verità in Tribunale“.

 Così recita la maglietta indossata da Sergio Picone nato a Palermo il 13 ottobre del 1963 che, molto civilmente, si è messo sul pontile limitrofo la darsena del Salone di Genova che ospitava le imbarcaziooni del cantiere francese Dufour. Sicuramente una pessima immagine per il cantiere, ma gli addetti non hanno potuto fare nulla contro la protesta civile. La gente si fermava più incuriosita dalla maglietta del cliente che dalle barche esposte del cantiere.

In realtà sarebbe interessante ospitare su queste pagine on-line la difesa del cantiere. Dal punto di vista di SailBiz questa protesta è stata l’unica vera novità nel settore della vela in mostra al Salone. Anche i consumatori della nautica si organizzano contro le inefficienze del sistema.

 

Share