Una regata sempre più mediterranea

Ultime settimane di rifinitura per la preparazione della Palermo-Montecarlo 2013, la regata velica dʼaltomare che parte dal Golfo di Mondello e arriva al Principato di Monaco, organizzata dal Circolo della Vela Sicilia e dallo Yacht Club de Monaco e questʼanno con la collaborazione dello Yacht Club Costa Smeralda, giunta alla sua nona edizione. Definita senza esagerare la regata dʼaltomare più bella del Mediterraneo, con le sue 500 miglia tecniche e il suo contorno glamour, la Palermo-Montecarlo si presenta oggi a Mondello, confermando dai primi dati sulle iscrizioni il grande interesse del mondo della vela, una serie importante di novità, e la presenza di personaggi significativi. Lʼintroduzione del passaggio obbligato di un “gate” a largo di Porto Cervo è lʼelemento che più sta intrigando i velisti: cambia in parte la tattica di gara, eliminando le opzioni estreme di fare rotte sotto la costa italiana o lasciando a dritta la Sardegna, e terrà presumibilmente più compatta la flotta, con maggiori emozioni nella lotta per le prime posizioni. Dopo parecchie edizioni contraddistinte da condizioni meteo medio-leggere, inoltre, questʼanno molti si aspettano vento più fresco, e la caccia al record di Esimit Europa 2 (stabilito nel 2010 con 48 ore, 52 minuti e 21 secondi) è sempre aperta. Il super-maxi è impegnato sui mari del Nord Europa e la sua assenza rende la lotta per la Line Honours decisamente più aperta.

Share