Garmin® official supplier

Garmin Ltd. (NASDAQ: GRMN), leader mondiale nella navigazione satellitare, ha annunciato oggi di essere stato selezionato quale fornitore ufficiale esclusivo della navigazione marina, della comunicazione marina e dei sensori nautici della 34ma Coppa America. Una suite completa, incluso il pluripremiato GPSMAP ® serie 7000 con display multifunzione touchscreen (MFD), che sarà utilizzata a bordo delle barche supporto impiegate per l’AC45 World Series, l’AC72 World Series, così come per la Louis Vuitton Cup, l’America’s Cup Challenger Series e le finali di Coppa America. In collaborazione con l’America’s Cup Event Authority (ACEA), Garmin ha sviluppato strumenti che, come mai sino ad ora, consentono una facile gestione delle imbarcazioni responsabili della sicurezza in mare. Se le condizioni lo permetteranno, questa tecnologia darà ai funzionari la possibilità di cambiare il percorso di gara più velocemente di quanto non sia mai stato possibile in passato.
“Siamo onorati di avere l’opportunità di collaborare con la Coppa America, portando a livello mondiale la reputazione di Garmin per la qualità, l’impegno e le prestazioni”, ha detto Engelhard Sundoro, direttore marketing di Garmin. “Nel mondo della vela l’America’s Cup è l’evento per eccellenza e Garmin ha la possibilità di mostrare le proprie capacità nel fornire sistemi su misura per l’industria marina e le migliori tecnologie per equipaggi professionisti e appassionati di questo mondo”.

“Mentre lavoriamo per trasformare la Coppa America e ampliare il suo fascino a livello globale, stiamo facendo un investimento significativo nella tecnologia per rendere l’evento più competitivo in acqua e più convincente a terra”, ha dichiarato Stan Honey, direttore del reparto tecnologie dell’ACEA. “La nostra partnership con Garmin ci ha garantito una serie di strumenti che hanno permesso al management della regata di creare dei percorsi unici al mondo, sui quali si potrà regatare seguendo un timing ben definito, cosa che non era mai stata possibile in passato visto lo stretto legame tra la vela e la mutevolezza del vento”.

Questo accordo – che comprende l’America’s Cup World Series, la Louis Vuitton Cup, l’America’s Cup Challenger Series e la finale dell’America’s Cup del 2013 – fornirà alle barche supporto, durante le fasi salienti della competizione, alcuni prodotti chiave come 12 Garmin da 15 pollici e i GPSMAP 7000. l chartplotter touchscreen selezionati dalla Coppa America offrono il massimo in termini di utilizzo e di controllo intuitivo. Durante le gare, il personale di supporto potrà rapidamente e facilmente interagire con il dispositivo, senza esitazione. I Garmin G Motion™ sono dispositivi multifunzione che fanno parte del top di gamma, tali da essere particolarmente adatti all’ambiente di gara per la loro velocità di risposta e per le loro eccezionali prestazioni.

Per avere il controllo totale e approfondito della situazione, gli ufficiali di gara avranno, inoltre, accesso alle funzioni di mappatura con BlueChart ® g2 Vision ®.  BlueChart ® g2 Vision ® offre all’utente l’accesso ad un database sempre crescente di immagini via satellite ad alta risoluzione, un “Occhio Marino” in 3-D e un “Fish Eye” subacqueo con vista prospettica in grado di suggerire i migliori itinerari. Inoltre, le barche supporto includono anche un VHF 300i, un ricetrasmettitore AIS 600, un radar 24HD, il GMI ™ 10, il pilota automatico GHP 10V ™ e lo scandaglio digitale GSD ™ 22.

Fin dalla sua istituzione nel 1989, Garmin ha consegnato 85 milioni di dispositivi GPS: molti di più di qualsiasi altro fornitore di navigazione. Garmin nel settore GPS, ha sviluppato prodotti innovativi e stabilito una posizione di leadership in ciascuno dei mercati in cui opera, tra cui quelli dell’automobilismo, dell’aviazione, della nautica, del fitness, delle attività ricreative all’aperto, del monitoraggio e delle applicazioni wireless.

 
Da ricordare che nell’edizione del 2008 di Pechino delle Olimpiadi, Garmin fu partner dell’avventura azzurra in 470 di Gabrio Zandonà. Una volta tanto l’Italia come “beta tester”
Share