Nuovo progetto per il waterfront di Genova

Si chiamerà Ponte Parodi, la nuova darsena di Genova il nuovo e imponente progetto per il quale è previsto un investimento di circa 160 milioni di euro e che sarà realizzato secondo le tecniche del project financing con concessione di 90 anni dall’avvio dei lavori da parte di Altaponteparodi (del Gruppo Altarea), si colloca nel più ampio piano di riqualificazione del waterfront genovese, già sede di alcune Facoltà universitarie nonché del Museo del Mare e della Navigazione. Il centro, la cui chiusura dei lavori è prevista per il 2016, porterà alla creazione di circa 1.500 posti di lavoro, il flusso turistico infatti prevede un giro annuo di almeno 10 milioni di visitatori.

Il progetto è dell’architetto olandese Ben Van Berkel, vincitore del Concorso Internazionale di Architettura “Ponte Parodi e la Città di Genova” e riguarda la realizzazione del primo “fun shopping center” urbano in Italia con un mix tematico legato a commercio, entertainment e benessere (balneoterapia con SPA, sauna, bagno turco, solarium, massaggi, parete per scalate).

La superficie sarà di 40mila mq e comprenderà un parcheggio di 1.300 posti auto, 60 negozi per un’area di 8mila mq, ristoranti a tema con degustazione di prodotti regionali per 4mila mq, un centro Leisure e Crociere di circa 14mila mq e  7 medie superfici per un totale di 14mila mq.

La banchina portuale interessata dall’opera di riqualificazione, è un’area di 23.000 metri quadri, da tempo in disuso. Demolito nella primavera del 2002, dopo anni di abbandono, il grande silos granario costruito negli anni ’60, Ponte Parodi si trasformerà in una grande piazza sull’acqua.

Share