A Scarlino grande vela nel week end

Grande vela da venerdì a domenica in Maremma con le Audi Melges 32 Sailing Series Il meglio della vela italiana si ritrova per tre giorni alla Marina e al Club Nautico Scarlino per la seconda tappa del circuito Audi del monotipo Melges 32. In regata 17 team altamente professionali da 5 nazioni. Previste 9 prove, già oggi nell’allenamento condizioni perfette con sole e brezza. Marina di Scarlino, Maremma Toscana, 29 aprile- Brezza termica sui 12-14 nodi, sole e altissimo livello in acqua. Queste le premesse delle Audi Melges 32 Sailing Series che la Marina e il Club Nautico di Scarlino ospitano da venerdì 30 aprile a domenica 2 maggio nell’ambito della loro intensa stagione agonistica. Nel porto della Maremma Toscana sono arrivati 17 team da 5 nazioni
(Italia, Stati Uniti, Germania, Olanda e Repubblica Ceca), con equipaggi altamente professionali.
Il Cantiere Yacht Service diretto da Gael Rossi e il Marina diretto da Michele Ruffo hanno rapidamente effettuato mercoledì e giovedì le operazioni di varo di questi monotipi di quasi dieci metri di lunghezza (con equipaggio di 8 persone, che prevede l’armatore timoniere e la presenza di tre velisti professionisti a bordo). Il Club Nautico diretto da Claudia e Carlo Tosi ha poi gestito le operazioni d’iscrizione e effettuato la regata di prova, in condizioni che non potevano essere migliori: sole e brezza termica da 270° sui 10-12 nodi di intensità. In evidenza Fantastica di Lanfranco Cirillo (tattico Michele Paoletti, a bordo Stefano Rizzi e Dede De Luca di Azzurra), già vincitore della prima tappa di Lerici delle Audi Melges 32 Sailing Series. Bene anche la barca campione del mondo, Bliksem dell’americano Pieter Taselaar, già vincitrice lo scorso anno qui alla Marina di Scarlino. Da seguire popi B-Lin di Luca Lalli con Lorenzo Bressani, Flavio Favini e Federico Michetti, l’armatore grossetano Francesco Martino con Pilot Italia e Vasco Vascotto.

Il programma prevede 9 prove, tre al giorno, da venerdì a domenica. Ricco anche il programma di eventi collaterali, con after-race offerti da alcuni team e una cena per gli armatori alla tenuta Col di Sasso, una delle eccellenze della Maremma Toscana, territorio in cui opera la Marina di Scarlino.

Share