Al via l’Europeo 470 con nuovi format

E’ davvero tutto pronto a Formia per l’appuntamento più atteso della stagione di vela olimpica: da lunedi 10 a sabato 15 giugno il golfo si anima per le regate del Campionato Europeo della classe 470. In mare 120 equipaggi da 35 nazioni, per una grande festa sportiva organizzata dal Circolo Nautico Vela Viva e dal Circolo Nautico Caposele, con la collaborazione di tutti i circoli del golfo e di enti e istituzioni del territorio.  Dopo la Practice Race del primo pomeriggio, il villaggio nel porticciolo di Caposele ha ospitato la cerimonia di apertura del campionato, con una sfilata dal centro di Formia con un gruppo di giovanissimi accompagnati dalla banda e le bandiere delle nazioni partecipanti. Dopo il saluto del Sindaco di Formia Michele Forte, interventi del presidente regionale FIV Alessandro Mei, del presidente del CN Caposele Raffaele Giarnella, quindi il giuramento del velista più giovane in gara, l’italiano Giacomo Ferrari, e l’alzabandiera che ha aperto il campionato.

L’Europeo 470 di Formia è appuntamento clou per la vela in Italia quest’anno, per molte ragioni. Assegna il titolo continentale di una delle più longeve classi della vela olimpica, la classe 470, nell’anno in cui essa compie 50 anni di vita. Anche per questo, insieme con la necessità di tutti i team di preparare la prima decisiva qualifica olimpica in programma tra solo un anno a Santander in Spagna, sono presenti a Formia tutti i migliori equipaggi mondiali: al via il podio intero dei Giochi di Londra 2012 nel 470 maschile, e la medaglia d’oro del 470 femminile. Un valore sportivo notevole, sottolineato dalla presenza ieri a Formia di Alessandra Sensini (vice direttore tecnico federale, membro di Giunta del CONI e atleta con il record mondiale di medaglie nella storia olimpica della vela femminile).

La presenza della Sensini è servita anche a caricare al meglio la squadra azzurra presente a questo Europeo 470. Una squadra molto giovane, nella quale mancano i due grandi equipaggi presenti a Londra 2012 (Gabrio Zandonà e Pietro Zucchetti, tra i maschi, e Giulia Conti e Giovanna Micol), impegnati in altre classi o con programmi aggiornati. Da vedere però giovani come i triestini Simon Sivitz Kosuta e Jas Farneti (mondiali ed europei juniores), o i liguri Matteo Capurro e Matteo Ramian. Tra le ragazze, spiccano le nazionali Francesca Komatar e Sveva Carraro, e le giovani Roberta Caputo e Giulia Paolillo.

IL PROGRAMMA E IL FORMATO SPERIMENTALE DEL CAMPIONATO
La vela olimpica vive mesi di sperimentazioni e test in vista di cambiamenti che potrebbero riguardare anche il formato delle regate per i Giochi di Rio 2016. Oltre all’introduzione di due nuove classi olimpiche, si lavora molto a valutare nuove modalità di regate, punteggi e finali. L’ISAF ha chiesto a tutti di provare e fornire un report dettagliato entro questa estate. Sperimentazioni sono in corso sia nel circuito mondiale di eventi ISAF World Cup che in quello europeo EUROSAF. Anche le classi provano nuove soluzioni, e l’Europeo 470 di Formia 2013 non fa eccezione. Ecco il format di questi giorni nel golfo.

Fase 1 (lunedi 10 e martedi 11) – Due giorni di regate di qualifica a batteria: 5 prove con 1 scarto; punteggio: 0 punti al 1° classificato, 2 al secondo, 4 al terzo e così via. La classifica determina la qualifica alle Finali (flotta Gold), il punteggio viene mantenuto.

Fase 2 (da mercoledi 12 a venerdi 14) – Tre giorni di regate con flotta divisa in Gold e Silver: 6 prove con 1 scarto; punteggio come sopra: 0, 2, 4 e così via. I primi 8 della classifica conclusiva accedono alla finale Medal.

Fase 3 (sabato 15, Medal Race) – Una regata singola, con punteggio doppio tra i primi 8 equipaggi della classifica.

Share