America’s Cup 2021, Prada Cup Day 1: The Queen is back!

Impeccabile, talento assoluto, team leader eccezionale: non è un caso vincere 4 ori e 1 argento in 5 olimpiadi. Questo il palmares di @SirBenAinslie. Infatti il team inglese, che tre settimane fa sembrava impacciato in acqua, ha avuto uno scatto di orgoglio e ha recuperato il gap dagli altri due challenger. Oggi INEOSTeamUK ha vinto 2 regate su 2. Senza alcuna storia quella sul team americano, più strutturata quella su Luna Rossa che recrimina per un errore di esuberanza in partenza. Il desiderio di attaccare il team inglese non ha pagato perché a pochi secondi dalla partenza Luna Rossa è rimasta sotto i rifiuti degli avversari.

AMERICA’S CUP 2021: PRADA CUP DAY 1

C’è da dire che è solamente il giorno 1: c’è tanta strada da fare e soprattutto il meteo sarà in evoluzione visto che si sta entrando nell’estate australe. Quindi nulla è perduto, anzi. E’ meglio certi errori farli subito. Oggettivamente fa molto piacere vedere la classe cristallina di Ben Ainslie, non a caso detto il “cannibale“. Durante l’intervista a fine regata, quella che viene realizzata a caldo direttamente a bordo sul campo di regata, il baronetto della Regina ha dichiarato: “devo ringraziare tutto il team, soprattutto i designer, gli ingegneri, i progettisti e anche il team @Mercedes di Formula Uno che ci ha dato una gran mano“.

AMERICA’S CUP 2021: THE QUEEN BRITANNIA

Ora abbiamo la certezza che con vento forte e medio gli inglesi sono il team da battere; occorrerà vedere sotto i 10 nodi cosa accade. L’ingegner Ceccarelli in diretta ha dichiarato di essere convinto che anche con poco vento BRITAnnia performerà bene. Anche il progettista Paolo Cori, in diretta su Rai 2 è rimasto piacevolmente colpito dagli inglesi “gli inglesi hanno ridotto le superfici in acqua in maniera impressionante: parliamo di un timone di 20 cm di profondità e soli 2 centimetri di spessore. Anche con poco vento diranno la loro”

AMERICA’S CUP 2021: IL COMMENTO DI STEFANO VEGLIANI

Pertanto ha avuto ragione il noto cronista ed esperto di vela Stefano Vegliani:

Stefano Vegliani

“Vedremo regate straordinarie dove anche se non ci saranno spinnaker che scoppiano le partenze, la tattica la lettura del campo di regata saranno nuovamente fondamentali. Mi sembra che le tre barche della Prada Cup siano molto vicine in prestazioni e i neozelandesi non così lontani. Il risultato è apertissimo e le barche in continua evoluzione. La Coppa America non è una semplice regata! L’agonismo sarà di altissimo livello!”