Aspettando la VOR, Puma dà i numeri

Puma, chiude il trimestre in positivo e punta ai 3 miliardi di euro nel 2011. Puma ha chiuso il primo trimestre con vendite, licenze incluse, in crescita del 12,5%, a 811,1 milioni di euro contro i 720,8 milioni dello stesso periodo del 2009. Il fatturato consolidato ha invece raggiunto i 773,4 milioni in aumento del 9,3%, grazie al consolidamento di Cobra. Nel corso del primo trimestre, tutte le categorie di prodotto hanno visto risultati positivi: le vendite di calzature sono cresciute del 6,8%, a 417,2 milioni di euro, quelle di abbigliamento sono aumentate del 2,2%, a 241,8 milioni. Gli accessori hanno fatto un balzo in avanti del 42,4% a 114,4 milioni di euro.

Puma ha molta fiducia nella propria strategia e punta per quest’anno al limite simbolico dei 3 miliardi di euro di fatturato. Sull’anno nella sua totalità, il gruppo pensa anche di ottenere una progressione a una cifra del suo utile netto. “Proseguiremo nella nostra strategia “Back on the attack” sul lungo termine, con l’obiettivo di raggiungere nel 2015 i 4 miliardi di fatturato”, ha commentato Jochen Zeitz, presidente e CEO di Puma che lascerà presto il timone delle operazioni a Franz Koch, per dedicare più tempo alla gestione del nuovo polo Sport&Lifestyle di PPR.

 

Nel frattempo sta per essere varata la nuova barca, con la nuova grafica, che prenderà parte alla prossima edizione della Volvo Ocean Race: nome Mar Mostro


Share