AudiMed Cup, Le Mans insegna

  Nel bene e nel male la vela non ha bisogno di uno stadio per la gestione di un evento, anche se l’opportunità di una struttura stabile è data dalla gestione della fan experience.

La 24 Ore di Le Mans è una gara automobilistiche che si corre su una pista lunga 13.650m: centinaia di migliaia di tifosi si assiepano lungo tutto il percorso solo per vedere marchi famosi come Porsche, Ferrari e Audi.
L’Audi ha dominato le gare automibilistiche dal 2000 pertanto se c’è un’azienda in grado di portare la propria esperienza di gestione del brand in ambienti tanto disperisivi come una pista o come un campo di regata, questa è proprio Audi. In qualità di Title sponsor della MedCup, Audi ha introdotto sin dalla prima regata ad Alicante, l’Audi MedCup visitor experience con la creazione di un ampio villaggio.

Dal 2009 c’è stato un significativo incremento di investimenti da parte di Audi per rendere il villaggio e tutto il circuito appettibile e accessibile ai visitatori e questo sarà ripetuto per tutte le città ospitanti: Alicante, Marseille, Cagliari, Portimao and Cartagena.

L’ingresso del villaggio prevede un punto di accesso alle informazioni e un punto di benvento il tutto condito con un’area dove si può respirare l’atmosfera d’eccitazione in regata con 8 minuti di filmato adrenalinico.

A questo si aggiunge un’area di intrattenimento dove si interagisce con il brand Audi grazie al simulatore di gioco della Le Mans su Play Station.
Inoltre per la prima volta la regata viene trasmessa in diretta su schermi giganti con il supporto del Virtual Eye con commenti audio di esperti.
E’ assolutamente affascinante vedere dei professionsiti che studiano un evento velico per renderlo interessante per gli spettatori: una volta di più SailBiz afferma, attenzione Mr Bertarelli, attenzione Mr Ellison

 

Share