BMW Oracle Racing…vola

BMW Oracle Racing vola verso la vittoria del Round Robin 1. Mascalzone Latino Audi Team sconfitto due volte dagli americani. Continua la cavalcata del detentore della Coppa America che anche oggi porta a casa 2 punti nei 2 match in programma contro Mascalzone Latino Audi Team. Il Challenger of Record della prossima Coppa, guidato dallo skipper Gavin Brady, ha provato a contrastare il dominio impressionante di James Spithill, ma non c’è stato nulla da fare. Si concludono invece in parità gli altri doppi match della giornata: Synergy di Francesco Bruni vs Emirates Team New Zealand e All4One vs Artemis. Domani è in programma l’ultima regata del Round Robin 1 (tra Emirates Team New Zealand e Artemis): qualunque sarà l’esito di questo match, BMW Oracle vincerà la prima fase del Louis Vuitton Trophy Dubai, mentre in caso di vittoria di All4One, gli svedesi avranno la possibilità di scavalcare i kiwi attualmente in seconda posizione.
Oggi il posto da 18° uomo sulle quattro barche è stato super-ambito. Su Synergy è salito a bordo Vitaly Petrov, giovane pilota russo della Renault in Formula 1; All4One ha ospitato Eric Boullier, che è il General Manager della Renault F1; su Emirates Team New Zealand ha regatato il campione di cricket Freddy Flintoff e su Mascalzone Latino Audi Team Chris Carns, anche lui campione del cricket.

Synergy batte Emirates Team New Zealand (delta: 14″)

Nonostante la penalità inflitta a Synergy nelle procedure di partenza, i kiwi gettano al vento il vantaggio varcando la linea di partenza in anticipo di due secondi. Francesco Bruni, ben coadiuvato dal suo afterguard approfitta della situazione per allungare il passo e scavare un solco ampio quasi duecento metri. Nel corso della seconda bolina i kiwi si avvicinano ma è un’illusione che non dura. Synergy si depenalizza in corrispondenza della linea e taglia il traguardo con 14″ di margine. E’ la seconda volta che Francesco Bruni, ora seconda forza della classifica, vince un match seppur gravato da una penalità.

BMW Oracle Racing batte Mascalzone Latino Audi Team (delta: 41″)

Regata vinta in partenza da James Spithill. Poco aggressivo Gavin Brady che lascia la sinistra, poi risultata favorita, agli statunitensi. Davanti con buon margine alla prima boa, BMW Oracle Racing risponde ai tentativi di Mascalzone Latino Audi Team che sul traguardo accusa un ritardo di una quarantina di secondi.

Emirates Team New Zealand batte Synergy (delta: 33″)

Un’altra regata decisa in partenza. Bastano pochi secondi di ingaggio ai kiwi per spingere oltre la linea Synergy. Costretto a girare attorno al pin e a ripartire, Francesco Bruni non riesce a rientrare in regata. I kiwi amministrano e vincono di quasi mezzo minuto e si riprendono la seconda piazza strappandola proprio a Synergy.

BMW Oracle Racing batte Mascalzone Latino Audi Team (delta: 45″)

Entrato con determinazione nel box di partenza, Gavin Brady lotta e ottiene la sinistra, strappandola a James Spithill che aveva ricevuto la stessa richiesta dal tattico John Kostecki. Split start, con Mascalzone Latino Audi Team che parte al pin e BMW Oracle Racing puntuale in Barca Comitato. Contrariamente alle attese, il vento salta sulla destra, favorendo gli statunitensi che alla boa di bolina sono avanti di un niente. Gli uomini di James Spithill allungano quindi il passo e vanno a conquistare il secondo punto della loro giornata.

Artemis batte All4One (delta: 4″)

Regata combattuta tra gli svedesi e i franco tedeschi di Jochen Schuemann. Ad avere la meglio, dopo una split start che ha portato i team sugli opposti lati del campo, sono gli uomini di Cameron Appleton e del tattico Iain Percy, bravi nel gestire il ridotto margine di vantaggio e nello scegliere di tagliare la linea di arrivo in corrispondenza della Barca Comitato, decisamente favorita dal punto di vista geometrico. Artemis sale così a quattro punti e raggiunge Synergy, terzo alle spalle di Emirates Team New Zealand.

All4One batte Artemis (delta: 37″)

Partenza a ruoli invertiti rispetto alla precedente. Dopo aver inseguito per circa metà della prima bolina, Sebastien Col fa ricorso a tutta la sua esperienza per “ingannare” il pozzetto di Artemis, costringendo a sbagliare i tempi della lee bow. Rialzata la prua, All4One resiste sopravento agli svedesi sino alla layline di destra. Nel corso della poppa Artemis torna ad attaccare i franco-tedeschi che, nuovamente salvati dal loro timoniere, scappano al tentativo di copertura e costruiscono un vantaggio considerevole, pareggiando la sconfitta subita nella quinta regata odierna.

Classifica provvisoria

1. BMW Oracle Racing, 9-1, pt. 9

2. Emirates Team New Zealand, 5-4, pt. 4,5*

3. Synergy Russian Sailing Team, 4-6, pt. 4

3. Artemis, 4-5, pt. 4

3. All4One, 4-6, pt. 4

6. Mascalzone Latino Audi Team, 3-7, pt. 2**

* punti dedotti dopo le decisioni della giuria

Share