Extreme40, il circuito antagonista alla Coppa non si tira indietro

La città cinese della vela’ si prepara a ospitare la flotta di Extreme 40. La battaglia è vicina ora che la flotta ha raggiunto Qingdao per l’Act 2 “Lo scorso anno ho approcciato l’Act 2 di Qingdao in modo troppo conservativo. Quest’anno sarà diverso.“ Pierre Pennec, skipper di Groupe Edmond de Rothschild è pronto a dare battaglia. L’Act 2 delle Extreme Sailing Series™  si sta avvicinando rapidamente quando manca meno di una settimana prima che l’iconica città di Qingdao ospiti i nove team internazionali in gara dal 17 al 20 aprile.

Oman Air e The Wave Muscat, sono in testa alla classifica ma Groupe Edmond de Rothschild dello skipper Pierre Pennec li tiene d’occhio “Lo scorso anno ho approcciato all’Act 2 di Qingdao in maniera troppo conservativa. Quest’anno sarà diverso. Per essere in testa al gioco dobbiamo correre dei rischi”

Qingdao è una località ricca di ricordi per diversi velisti, non solo perché hanno rappresentato le loro nazioni durante i Giochi Olimpici di Pechino, ma anche per le stesse Extreme Sailing Series del 2011. In una giornata senza precedenti, una delle più memorabili nella storia delle Series, quattro team si capovolsero in un giorno incluso Ian Williams e il suo team inglese GAC Pindar “Qingdao ci ha mandato tutti gambe all’aria lo scorso anno, sicuramente è stata un’esperienza che ha aiutato l’intero team a crescere. Questo anno saremo molto più preparati ad affrontare qualsiasi cosa accada.”

Si attende una grande affluenza di spettatori durante le giornate dedicate al pubblico (18-20 aprile) a supporto dei velisti cinesi Kit Cheng e Xiaqun Song che saranno a bordo del China Team, l’equipaggio locale. Xiaqun olimpionica di Yngling nel 2008 è una delle sole due donne che competono nel circuito – l’altra è l’inglese Rachel Williamson a bordo di The Wave Muscat.

Share