Ferretti naviga ancora in acque tempestose

Dopo il salvataggio curato da Mediobanca due anni fa, non sembrano finiti i problemi per il brand degli yacht italiani. Il rilancio dell’azienda, promosso dall’ad Salvatore Basile (scomparso improvvisamente a fine marzo a causa di un attacco cardiaco ), si sta scontrando infatti con uno scoglio difficile da superare. Pur migliorando la gestione industriale del gruppo, con il margine operativo lordo che dovrebbe essere salito nell’ultimo esercizio a circa 50 milioni dai 30 precedenti, resta assai elevato l’indebitamento: a quota 650 milioni ed eredità dei leverage buyout passati. La società fondata da Norberto Ferretti potrebbe avere bisogno di nuovi capitali. Chi sarà disposto ad aprire il portafoglio? Mediobanca, entrata nell’azionariato, starebbe cercando investitori. Fra questi sarebbe interessata la Investindustrial di Andrea Bonomi.

Ma la struttura dell’operazione sarà tutta da inventare, a causa di quei debiti pari a ben tredici volte il margine operativo lordo. (C.Fe.)

FONTE: Il Sole 24 Ore

Share