FIV dominio italiano sul Garda

Dominio assoluto nelle acque di casa per gli atleti della Federazione. L’Ultima giornata ricca di soddisfazioni e medaglie per gli italiani all’Expert Olympic Garda. L’evento velico, organizzato dalla Fraglia Vela Riva e dalla Fraglia Vela Malcesine, è valido per la selezione dei due equipaggi per le classi Laser Radial, Laser Standard, 470 femminile e 470 maschile che parteciperanno ai Giochi del Mediterraneo 2009.

Dopo le due medaglie d’oro di Giulia Conti e Giovanna Micol nel 470 femminile e dei fratelli Sibello nella classe 49er, arrivano altri due ori e quattro argenti. Negli RS:X Fabian Heidegger vince l’oro mentre Federico Esposito si aggiudica l’argento. Tra i Laser Radial, argento per la Clapcich. Due medaglie anche nel 470 maschile: oro per Gabrio Zandonà e Francesco Della Torre, e argento per Fabio Zeni e Nicola Pitanti. Diego Negri e Francesco Colaninno vincono l’argento nella classe Star

In attesa della ratifica ufficiale da parte della Federazione Italiana Vela, che dovrebbe avvenire la prossima settimana, gli otto equipaggi qualificati per i Giochi del Mediterraneo di Pescara sono:
Laser Radial: Francesca Clapcich e Beatrice De Regis
Laser Standard: Giacomo Bottoli e Marco Gallo
470 femminile: Giulia Conti/Giovanna Micol e Giulia Tobia/Giulia Moretto
470 maschile: Gabrio Zandonà/Francesco Della Torre e Fabio Zeni/Nicola Pitanti

Ottima prova degli italiani nella Meda Race della classe RS:X. Fabian Heidegger vince la regata davanti a Ferin e Giannini, secondo e terzo nell’ordine. Esposito giunge quarto. Medaglia d’oro per Heidegger, d’argento a Esposito e di bronzo a Pollak. In classifica generale Giannini conclude in quarta posizione e Ferin in quinta. Laura Linares, che oggi non è scesa in acqua, occupa la settimana posizione.

Tra i Laser Radial, Francesca Clapcich conquista la medaglia d’argento. L’oro se lo aggiudica la francese De Turckheim mentre il bronzo va alla Romero (SPA). La spagnola vince la Medal Race davanti a Beatrice De Regis che conclude al quarto posto della classifica generale. Le altre italiane in classifica sono la Graziani al sesto posto, Giuliari settima, Cosentino ottava e Sassetti decima.

Giacomo Bottoli, che già ieri aveva ottenuto buoni risultati, fa sua la Medal Race nei Laser Standard. Bernaz (FRA) arriva secondo e Slingsby (GBR) terzo.

Primato in classifica e medaglia d’oro per Slingsby, argento a Geritzer (AUT) e bronzo a Bernaz. In generale Bottoli è quarto, Marco Gallo quinto e Regolo ottavo.

Bella prestazione di Riccardo Cordovani che vince la Medal Race della classe Finn e conclude al nono posto in classifica. Giles Scott (GBR) conquista la medaglia d’oro, argento per lo spagnolo Trujillo Villar e bronzo a Raudaschi (AUT), che grazie al secondo posto di giornata sale sul podio.

Medal Race molto combattuta tra i 470 femminili. Con ben sei equipaggi italiani che cercavano la qualificazione ai Giochi del Mediterraneo 2009. La regata la vincono le slovene Mrak/Macarol. Al secondo posto Testa/Cutolo, Conti/Micol al terzo. Tobia/Moretto arrivano quinte, De Giacomo/Cicala seste e Komatar/Carraro none. Scotti/Simetti partono in anticipo e la giuria commina loro una penalità (OCS).

La classifica finale vede in testa l’equipaggio di Giulia Conti e Giovanna Micol (oro), Lutz/Beucke (GER) seconde (argento) e Mrak/Macarol (SLO) al terzo (bronzo). Tobia/Moretto chiudono al quarto posto, Testa/Cutolo al quinto, De Giacomo/Cicala al sesto, Komatar/Carraro al settimo e Scotti/Simetti all’ottavo.

Altrettanto tirata la regata del 470 maschile, ugualmente importante per la partecipazione ai GdM di Pescara. Si impongono Desiderato/Saettone davanti a Zellmer/Seelig (GER) e Zeni/Pitanti. Quinto posto per Zandonà/Della Torre, settimo per Dubbini/Dubbini e nono per Cian/Trani.

L’oro va a Zandonà/Della Torre, Zeni/Pitanti ottengono la medaglia d’argento e Zellmer/Seelig il bronzo. I cugini Dubbini concludono al quarto posto della classifica, Desiderato/Saettone all’ottavo e Cian/Trani al decimo.

Pietro e Gianfranco Sibello, già ieri certi della medaglia d’oro nei 49er, concludono la regata in terza posizione. Vittoria di Lagraviere/Rocherieux (FRA) nella Medal Race. In classifica generale i Sibello sono primi con 20 punti, Morrison e Rhodes (GBR), secondi con 58, conquistano l’argento mentre Hansen/Hansen vincono il bronzo con 60 punti.

Tra le Star, Celon/Natucci vincono l’ultima regata davanti a Scheidt/Prada (BRA). Negri e Colaninno concludono la Medal Race in quinta posizione precedendo sul traguardo Santoni/Toccoli sesti. Con il piazzamento odierno, i due brasiliani salgono al primo posto in classifica e conquistano l’oro. Diego Negri e Ferdinando Colaninno sono secondi e si prendono l’argento. Terzo posto e medaglia di bronzo per Schlonski/Kleen (GER). Santoni/Toccoli sono al quarto posto, mentre Celon/Natucci al sesto.

 

Questo l’elenco dei convocati FIV:
RS:X F: Laura Linares – CV Marina Militare.
RS:X M: Federico Esposito – AS Albaria, Fabian Heidegger – CV Marina Militare.
Laser Radial: Francesca Clapcich – SV Aeronautica, Beatrice De Regis – CV Castiglionese.
Laser Standard: Pietro Cerni – SV Barcola Grignano, Luca Nassini – CV Toscolano Maderno,
Finn: Riccardo Cordovani – Fraglia Vela Riva, Carlo Recchi – CV Torbole.
470 F: Giulia Conti / Giovanna Micol – CV Marina Militare, Francesca Komatar / Sveva Carraro – SN Pietas Julia.
470 M: Gabrio Zandonà / Francesco Della Torre – CV Marina Militare, Fabio Zeni / Nicola Pitanti – Fraglia Vela Riva, Paolo Cian / Andrea Trani – SV Guardia di Finanza, Luca Dubbini / Roberto Dubbini – CV Toscolano Maderno, Simon Sivitz Kosuta / Jas Farneti – YC Cupa, Giulio Desiderato / Alessandro Saettone – YC Italiano.
49er: Pietro Sibello / Gianfranco Sibello – SV Guardia di Finanza.
Star: Diego Negri / Ferdinando Colaninno – SV Guardia di Finanza, Silvio Santoni / Fabio Toccoli – CV Torbole.

 
Da segnalare un dominio assoluto della giovane coppia Conti Micol che nella classe 470 hanno partecipato alla medal race con 8 primi posti e 2 secondi. Le ragazze della Marina Militare sembrano in gran forma in vista dei Giochi di Pescara.

Share