Garmin mette le ali: le emozioni della partnership con RedBull

Siglata la partnership internazionale che vedrà Garmin al fianco di tre eventi ideati  dalla nota azienda di energy drink. Si inizia dalla gara podistica benefica Wings for Life World Run (in Italia il 3 maggio a Verona) per poi passare alla competizione di aeronautica Red Bull Air Race e infine alla Red Bull X-Alps, avventurosa attraversata delle Alpi di corsa e con il parapendio presentata oggi a Salisburgo e che vedrà al via anche un italiano, Aaron Durogati. Gli eventi saranno l’occasione per un ulteriore test prodotti e lancio di nuove soluzioni firmate Garmin. RedBull partner della 35°Coppa America con e Garmin, azienda leader anche nella nautica, uniscono le forze. Il primo è il brand di riferimento nel campo satellitare e delle soluzioni GPS applicate allo sport e all’outdoor, il secondo è il marchio che negli ultimi anni ha rivoluzionato il mondo degli eventi sportivi. Era quindi normale che i destini di Garmin e Red Bull prima o poi si incrociassero e questo incontro avverrà per tutto il 2015 in occasione di tre iniziative ideate e promosse dall’azienda di energy drink.

Wings for Life World Run. Si inizia il 3 maggio con Wings for Life World Run, gara podistica globale che si corre simultaneamente su 35 tracciati diversi in altrettante nazioni. Una competizione per atleti di qualsiasi livello, dai principianti ai veterani, e aperta anche alle persone sulla sedia a rotelle, che si basa su un format unico e originale: i partecipanti partono nello stesso istante in tutto il mondo, che sia giorno o notte, mattina o pomeriggio a seconda della location. Non c’è traguardo, perché ognuno potrà correre finche verrà raggiunto da una speciale autovettura: la Catcher Car comincia infatti ad inseguire i partecipanti 30 minuti dopo l’inizio della corsa e accelera gradualmente finché tutti saranno raggiunti. Naturalmente i vincitori globali saranno l’ultimo uomo e l’ultima donna ad essere raggiunti dalla Catcher Car, ed ogni location (in Italia la sede scelta è Verona) premierà anche il campione nazionale. Wings for Life è un’organizzazione no-profit che finanzia la ricerca sulle lesioni al midollo spinale, e il 100% del costo d’iscrizione viene devoluto alla fondazione. Gli eventi Red Bull saranno l’occasione per abbinare le soluzioni tecniche Garmin alla tipologia della manifestazione, e nel caso della Wings for Life World Run il prodotto di riferimento sarà vivofit 2, il fitness tracker che indossato al polso indica la distanza percorsa e le calorie bruciate nell’arco della giornata.

Red Bull Air Race. È probabilmente una delle manifestazioni sportive più adrenaliniche degli ultimi anni, e nessuno può restare indifferente di fronte alle immagini di Red Bull Air Race, la competizione che vede i migliori piloti aerei del mondo mettersi alla prova in una pura gara motoristica che combina velocità, precisione e talento. In gara i più veloci e agili aerei da competizione che devono percorrere un tracciato a bassa quota in uno slalom  tra piloni gonfiabili ed evoluzioni acrobatiche mozzafiato. Il calendario 2015 è già scattato con la prima prova ad Abu Dhabi lo scorso febbraio, dove il 31enne canadese Pete McLeod, pilota ufficiale del Garmin Racing Team, si è classificato al terzo posto. Già dal prossimo appuntamento di Chiba (Giappone), e fino alla fine del circuito mondiale, più action cam VIRB Elite saranno montate all’interno dell’abitacolo di McLeod per fornire immagini uniche ed elettrizzanti.

Red Bull X-Alps. Il 5 luglio 31 atleti provenienti da 18 Paesi partiranno da Salisburgo in direzione Monaco lungo un itinerario di oltre mille chilometri da percorrere a piedi e con parapendio. Qualcuno l’ha definita come l’ultima vera gara avventurosa e di certo la Red Bull X-Alps non è una competizione che lascia spazio all’improvvisazione: gli atleti devono aver già preso parte a gare estreme e devono aver dimostrato grande capacità di navigazione e controllo del proprio parapendio. Il tracciato della competizione è stato annunciato oggi in una conferenza stampa internazionale dove sono stati svelati i checkpoint collocati dall’organizzazione lungo l’itinerario che tocca Austria, Germania, Italia, Svizzera e Francia, prima di atterrare a Montecarlo: all’indirizzo www.redbullxalps.com è possibile visionare l’intero percorso di gara. Al via anche un italiano, Aaron Durogati, 29 anni di Merano, che non nasconde velleità di ben figurare alla Red Bull X-Alps 2015. L’altoatesino, come tutti gli altri concorrenti, saranno dotati di un set di strumentazione Garmin composto dallo smartwatch fēnix 3, dal GPSMAP 64 e da una action cam della serie VIRB.

 

Share