I guadagni nella vela: la stagione WMRT

I giocatori più forti al mondo nel tennis e nel golf possono arrivare a guadagnare fino a milioni di dollari in premi. Per esempio nel 2010 gli US Open di tennis sono stati i più ricchi nella storia di questo sport arrivando ad un montepremi di oltre 22milioni di dollari, ben 1 milione di euro in più rispetto allo scorso anno. Dall’altra parte dell’Atlantico, il torneo di Wimbledon ha visto quest’anno il record di 13,7 milioni di sterline di montepremi e per la prima volta il premio per il vincitore ha raggiunto 1 milione di sterline. Nella vela l’unico circuito professionistico che prevede premi in denaro è il World Match Racing Tour. Quest’anno si compone di nove eventi e assegnerà oltre 1,5 milioni di dollari di premi in denaro. Inoltre, vi è un ulteriore montepremi di 250.000 dollari per le prime nove squadre con un bonus di 50.000 dollari per il vincitore assoluto.
L’organizzazione del WMRT ha reso pubblica la ripartizione del premio in denaro per la stagione 2010 e 2009 (cfr tabelle).

Adam Minoprio, il numero uno della ranking ISAF World Match Racing Championship, ha guadagnato 220.000 dollari nel 2009 (sebbene sia il valore del team che poi ipoteticamente sarà stato diviso tra i suoi componenti); al secondo posto Torvar Mirsky che ha guadagnato esattamente la metà di quanto il suo avversario kiwi mentre il terzo posto è di Ben Ainslie che ha intascato una cifra vicino a 175.000 dollari.

Ciò dimostra chiaramente che si può benissimo finire secondo assoluto alla fine della stagione, ma in ogni caso si può guadagnare molto di più se si vince una serie di eventi, anche se non si partecipa all’intero circuito. Ainslie ha preso parte solo a  4 eventi del 2009, segnando due vittorie, un terzo posto ed un secondo nel gran finale della stagione in Monsoon Cup. Mentre Mirsky ha preso parte a tutte le manifestazioni, vincendone una sola e ottenendo una serie di risultati negativi come un 8 ° e addirittura un 10 ° posto.

 

Share