Louis Vuitton tasta gli animi dei team Coppa America

 Louis Vuitton tasta gli animi dei team di Coppa America per proseguire il progetto che ha visto nuovamente protagonista il marchio Lvmh nelle Louis Vuitton Pacific Series, le amichevoli della vela svoltesi a Auckland a gennaio mentre Alinghi e Oracle battagliavano in tribunale per decidere location e format della prossima sfida.

Ora che si sa che la Coppa America sarà una regata a due (tra Ernesto Bertarelli e Larry Hallison) che si terrà a febbraio 2010 e su multiscafi, gli orfani della 23esima disputa (la cui location verrà svelata ad agosto) sono stati convocati a Parigi, secondo quanto risulta a ItaliaOggi, per aderire (dietro gettone da 30 a 90 mila euro) a una società internazionale che porterà scafi e riflettori nuovamente in tour nei mari del mondo sotto la bandiera del monogram. Louis Vuitton, che pure ammette «il grande successo del meeting di gennaio», sarebbe il l’organizzatore di una serie di eventi da disputare con gli ACC5, le barche dei team protagonisti della LV cup a Valencia.

Tra le location ipotizzate per le nuove regate, Hong Kong e poi ancora Auckland, seguita da due nuove location. Vista la crisi e i costi di trasferimento (per ogni regata si parla di 500 mila euro solo per spostare due imbarcazioni) è difficile presagire chi davvero aderirà. Nel frattempo Alinghi, il defender avversario di Oracle, varerà su lago di Ginevra entro il 10 luglio il suo multiscafo per la 23esima Coppa America.

da Italia Oggi
Francesca Sottilaro

Share