Stilata la classifica delle property sportive più importanti al mondo: c’è la vela?

  La rivista SportsPro, magazine americano con focus sulle sponsorizzazioni, ha pubblicato la prima ranking list mondiale delle property sportive (squadre, personaggi, eventi o leghe professionistiche) per valore economico.

La National Football League (NFL) è classificata al primo posto come l’evento con il più alto valore economico dal punto di vista del business generato,
 con un valore dell’ordine di 4.5 miliardi di dollari.
E’ seguita da 3 leghe professionsitiche quali la Major League Baseball (MLB) (con 3.9 miliardi di dollati), la NBA (con 3.35 miliardi di dollari)
 e il Nascar (con 1.9 milairdi di dollari), tutti di stampo televisivo americano.
La property più giovane inserita nella classifica mondiale è la Indian Premier League (IPL) con 1.6 miliardi di dollari.
La più alta in classifica come proprietà sportiva europea è la Ferrari, Formula1, al settimo posto con un valore di 1.55 miliardi di dollari,
 seguita dal Manchester United Football Club con 1.495 miliardi di dollari.
Il club americano con il più alto valore economico si posiziona al decimo posto ed è i Dallas Cowboys, il team della NFL, con un valore di 1.278 milardi.
Tiger Woods (11°) è l’atleta con il più alto valore economico di 1.25 miliardi, seguito da Jack Nicklaus (16°) con 1 miliardo.
 I giocatori di Golf dominano la classifica.
David e Victoria Beckham Brand Ltd property  è all’88° con una valutazione di 375 millioni di dollari.

Molti altri eventi  sono presenti in classifica guidati dal torneo di tennis di Wimbledon (22°) con un valore di 900 milioni.
In maniera non inaspettata la Fifa World Cup si trova al 5°posto con 1.7 miliardi, mentre i Giochi Olimpici estivi sono al 15° con 1.04 miliardi.
La Uefa Champions League è al 13° posto ed è valutata 1.1 miliardi, superando i giochi olimpici grazie alla  frequenza annuale.

 

E così che dire della vela? Bisogna scendere molto nella classifica della SportsPro.
La Volvo Ocean Race è valuta intorno ai 190 milioni di dollari, ottenendo un 167° posto, mentre l’America’s Cup è valutata sui 500 milioni di dollari, volume d’affari che gli consente di ottenere il 71°posto.
Non appare in classifica né la Vendee Globe, né la Louis Vuitton Pacific Series (una rondine non fa primavera).
La ranking list conferma che se la Coppa America è l’evento più importante della vela, questo forse spiega perché le battaglie legali sono intervenute
per la gestione, ma dimostra anche che questo sport deve lavorare duramente per entrare saldamente nel business delle sponsorizzazioni.

La vela certamente ha gli strumenti ma ha anche bisogno di avere le risorse umane, economiche e le competenze per diventare veramente
nel mondo dello sport professionistico un evento senza eguali.

Share