Novità in casa Sessa

SESSA MARINE rivolge lo sguardo al futuro con ottimismo e determinazione portando in grembo, per la prossima stagione, numerose novità e potendo contare sul forte processo di managerializzazione aziendale intrapreso ormai da due anni. Guidata per oltre 50 anni da Raffaella Radice, donna di grande carattere, che ha sicuramente contribuito a renderla una delle protagoniste del mercato nautico, SESSA MARINE, vede oggi al suo interno una riorganizzazione aziendale che punta al miglioramento e alla crescita dell’azienda stessa.
Proprio in questo contesto, rimanendo comunque Presidente, Raffaella sarà affiancata dal primogenito Massimo Radice, appena nominato Amministratore Delegato e da Riccardo Radice, nuovo Vice-Presidente.

A 46 anni e dopo essere stato per molti anni direttore industriale di SESSA MARINE, Massimo Radice avrà il compito di delineare e perseguire la visione strategica del gruppo per il futuro, al fine di assicurarne il continuo sviluppo ed  il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi finanziari.

Il nuovo Vice Presidente, Riccardo Radice, continuerà a ricoprire il suo ruolo chiave di guida della direzione marketing, caratterizzando anche lo “stile prodotto”. Allo stesso tempo, guiderà l’espansione di SESSA MARINE tanto in Europa, mercato dove il gruppo si è storicamente sviluppato, quanto nei nuovi mercati emergenti.

MANAGERIALIZZAZIONE COME CHIAVE PER IL FUTURO
Il progetto di riorganizzazione aziendale ha portato SESSA MARINE ad annunciare con orgoglio l’arrivo di Alfredo Cofano alla guida della direzione industriale.

Per anni presso i prestigiosi cantieri RIVA, per cui ha anche sviluppato un performante sistema di industrializzazione, l’Ing. Alfredo Cofano può vantare una lunga esperienza in campo industriale a livello nazionale ed internazionale. La sua maturata competenza e il suo spiccato approccio organizzativo l’hanno reso il candidato ideale per guidare e favorire l’integrazione vincente del marchio SESSA nel panorama delle altre marche di yacht, processo già cominciato l’anno passato con il lancio dell’ammiraglia C68 e del primo Flying-Bridge.

L’arrivo di Cofano non fa altro che confermare la volontà di SESSA MARINE di proseguire la strategia di managerializzazione intrapresa già due anni fa ed espressa attraverso l’integrazione di nuovi managers. Andrea LORO per anni direttore di Yamaha Motors Marine Italia, come Direttore Commerciale; di Sophie DUPUY, proveniente da un importante cantiere di Yacht francese, come Responsabile della Comunicazione; e, l’anno scorso, di Paolo MAGGIONI, come direttore Amministrativo e Finanziario, forte di una consolidata esperienza maturata presso società multinazionali operanti nel settore industriale e dei media.

“La grande attenzione alla liquidità, al mantenimento degli organici e della coesione sociale all’interno degli stabilimenti dimostrata in questi mesi, insieme al grosso sforzo messo in atto per lo sviluppo dei nuovi modelli, fanno di SESSA MARINE un candidato esemplare per occupare un posto in prima fila nella prossima ripresa – racconta Massimo Radice. La scelta di dotare le funzioni chiave dell’azienda quale il marketing, il commerciale, la finanza e l’organizzazione industriale, di  manager del settore e di lunga esperienza, provenienti da gruppi più grandi di noi, sarà, inoltre, un’opportunità per crescere in modo strutturato”.

2009: UN ANNO AFFRONTATO CON SUCCESSO GRAZIE AI NUOVI MODELLI
Nel corso della stagione 2009/2010, SESSA MARINE ha presentato ben 6 nuovi modelli, tra cui il C 68, ammiraglia del cantiere premiata a Cannes e la Fly 54, primo Fly Bridge dell’ l’azienda, evidenziando la personale spinta propositiva verso l’innovazione e affrontando, così, nel modo giusto la delicata situazione di instabilità economica.

“La nostra strategia per la stagione 2009 è stata – dice l’Amministratore Delegato – quella di tenere in funzione l’azienda ai massimi livelli possibili, in modo da garantire la continuità del lavoro e della catena di fornitura.”

Sessa Marine, nel corso della stagione 2010, ha consegnato 497 imbarcazioni, di cui più di 100 sopra i 35 piedi, mentre le unità consegnate nel 2009 erano state 438, di cui 93 superiori ai 35 piedi.

INNOVAZIONE E CREATIVITA’ PER PROSPETTIVE FUTURE POSITIVE
Anche il 2010 vede il lancio di altrettante novità, sottolineando, ancora una volta,  il grande sforzo di investimento che il cantiere lombardo ha voluto e vuole tutt’ora mettere in pratica, nella convinzione che, nonostante il momento di incertezza economica mondiale, la qualità e l’innovazione rappresentino valori in grado di divenire, nei prossimi anni, la chiave vincente per la crescita.

Le sei novità interesseranno tutte e tre le gamme di Sessa Marine, partendo dalla gamma KEY LARGO, passando per la gamma cruiser con il lancio del successore del mitico C35 fino ad arrivare a due nuovi yacht di 48 e 54 piedi. Le prospettive per il prossimo anno nautico, che avrà inizio a Settembre con il Salone Nautico di Cannes, sono positive e fanno prevedere una crescita di fatturato grazie al lancio dei 6 nuovi modelli e l’ampliamento dei nuovi mercati in paesi emergenti.

A breve verranno intrapresi i lavori di ampliamento della struttura produttiva di Catanzaro, che prevede la realizzazione di un’area per uffici tecnici e logistici (400mq) e di un nuovo reparto di 2500 mq dedicato alla stampatura per la fibra di vetro. Il nuovo impianto sarà dotato sia di una cabina di verniciatura pressurizzata per la realizzazione di barche con vernici metallizzate, sia di moderne tecnologie per lo stampaggio ad infusione e sotto vuoto.

Share