PRADA CUP 2021: e finale sarà! Luna Rossa doma un avversario ferito

E’ stata una semifinale dal sapore dolce amaro: dolce perché Luna Rossa, la barca italiana dello Circolo Velico Sicilia, porta a casa l’obiettivo minimo; amara perché sul campo di regata l’avversario del team italiano era oggettivamente ferito. American Magic, il team del prestigioso New York Yacht Club, ancora dolorante dagli effetti della scuffia di dieci giorni fa, non è riuscito mai ad impressionare Francesco Bruni e James Spithill.

PRADA CUP 2021: IL MIRACOLO AMERICANO

Gli americani hanno fatto un miracolo a riuscire a ritornare in acqua per competere per un posto in finale, ma ripristinare, adattare, aggiustare e reinstallare impianti elettrici, idraulici, aerodinamici e soprattutto oleodinamici è stata un’impresa senza precedenti. E così il risultato finale è un secco 4-0.

American Magic poteva mollare tutto, ma in realtà ha provato fino alla fine ad onorare l’impegno economico dei propri investitori. La barca nei due giorni di semifinali, sia con molto vento che con poco, ha dimostrato di avere seri problemi di stabilità dei foil e questo forse è stato dovuto a qualche malfunzionamento dei circuiti oleodinamici. Vedere un provato Dean Barker tenere il timone è stata una sofferenza. A fine regata Terry Hutchinson, capo del sindacato americano, molto commosso ha ringraziato ogni membro del team per il lavoro svolto. Ha chiuso ringraziando anche lo Yacht Club, perché sa che se una nuova sfida ci sarà, occorrerà ripartire da tutto ciò che di buono è stato fatto. In primis onorare il prestigio del club.

LUNA ROSSA 2021: LA PERFEZIONE CHE PENNELLA L’ACQUA

Luna Rossa: Bruni, Spithill, Sibello

Dall’altra parte Luna Rossa è stata impeccabile. Due partenze perfette che non hanno lasciato spazio agli americani. Controllo assoluto del campo di regata, dei salti di vento, degli avversari. E’ piaciuto molto vedere questa barca migliorare nei due giorni di semifinale. Gli uomini di Max Sirena sono stati fenomenali in acqua. Ma vedere la barca così stabile e lineare nelle sue movenze, mette in evidenza che anche gli uomini a terra, ingegneri, designer, shore team, velai, sono stati impeccabili nella messa a punto e nella manutenzione degli impianti.

PRADA CUP 2021: LA FINALE DEGNA DELLA FINALE

Sir Jim Ratcliffe

L’obiettivo minimo, il primo dei tre, era giungere in finale della Prada Cup. Luna Rossa ce l’ha fatta.
Adesso viene il bello. Affrontare di nuovo INEOS Team UK.
Il team più ricco sia in termini di risorse economiche (si dice che Sir Jim Ratcliffe abbia messo a disposizione 120 milioni di sterline per riportare la Coppa alla Regina Elisabetta) che di risorse umane. Ben Ainslie e Giles Scott sono il meglio che in questo momento la vela moderna possa mettere in campo.

Ma è la Coppa America. Ora occorre lavorare ancora più intensamente per portare il team italiano allo stesso livello di quello inglese. Serve concentrazione e soprattutto capacità di sviluppare ancora lo sviluppabile, per lasciare gli inglesi a bocca aperta. Non sarà facile, ma signori questa è la Coppa.

LA PRADA CUP ORA ASPETTA IL SUO SIGNORE

AC75 Luna Rossa Launch
Patrizio Bertelli

E allora puntiamo tutto sulle eccellenze italiane e sull’esperienza di Max Sirena. Ora il signor Bertelli è richiesto in Nuova Zelanda. Serve un messaggio forte alla sua squadra, alla sua Luna Rossa. La Prada Cup aspetta il suo signore.

La cronaca è stata senza storia, senza pecche da parte di Luna Rossa; forse l’unica cosa che vale la pena evidenziare è che nella seconda regata Patriot ha avuto ancora seri problemi nella gestione dei foil, anzi nella gestione dei bracci che ospitano i foil . Segno evidente che quei circuiti oleodinamici non hanno funzionato. Circuiti che secondo le box rule devono gestire una pressione massima di 600 bar per far muovere le alette: ma dove c’è lo spazio per condotti oleodinamici da 600 bar? Ricordiamo che la fluidodinamica non ammette spazi di ingombro all’avanzamento. E soprattutto che tipo di manutenzione hanno bisogno per essere sempre efficienti?

PRADA CUP 2021: LA FINALE ITALIA – INGHILTERRA

Chia avrà lo spirito più adatto allo stress della Coppa America?
Dal 13 febbraio lo vedremo: Luna Rossa Prada Pirelli Team vs INEOS Team UK

17/01/21 – Auckland (NZL)
36th America’s Cup presented by Prada
PRADA Cup 2021 – Round Robin 2
Ineos Team UK, Luna Rossa Prada Pirelli Team

 

PRADA CUP 2021: COMUNICATO STAMPA UFFICIALE

Luna Rosa Prada Pirelli torna protagonista e al ruolo che ha sempre cercato con le quattro vittorie consecutive che valgono la vittoria nella fase semifinale della PRADA Cup. Gli italiani sono partiti saldamente seduti al posto di comando nelle due regate di oggi. Avevano bisogno di due vittorie per avere il loro posto nella finale PRADA Cup contro INEOS TEAM UK.

Gli americani, che avevano già vinto la loro gara contro il tempo dopo che il loro AC 75 era quasi affondato due settimane fa, dovevano trovare un tocco magico per ritrovare la velocità necessaria a vincere almeno una prova per restare in gioco nella semi finale. In realtà non c’era nulla che potessero fare. Luna Rossa ha vinto le partenze ed è sempre stata più veloce, sicura, stabile. Senza una vera pressione gli italiani non hanno commesso errori e hanno conquistato con facilità i due punti. Luna Rossa si è dimostrata affidabile e ben preparata in ogni condizione, una barca diversa da quella che aveva subito gli avversari nei Round Robin.

Le previsioni di vento molto leggero si sono rivelate errate e sul campo ha soffiato una brezza stabile da nord est, con una intensità di 12 -16 nodi che ha consentito al Comitato di far partire le due regate in orario sul campo A.
American Magic è il primo team a essere eliminato dalla PRADA Cup. Luna Rossa Prada Pirelli invece accede alla finale che inizia tra un paio di settimane Il 13 febbraio. Si correrà al meglio di 13 regate, vince il primo che conta sette vittorie e potrà incontrare Emirates Team New Zealand.

PRADA CUP 2021: LE DICHIARAZIONI

Francesco Bruni – timoniere – Luna Rossa Prada Pirelli

30/01/21 – Auckland (NZL)
36th America’s Cup presented by Prada
PRADA Cup 2021 – Dockside
Francesco Bruni (Sailor – Luna Rossa Prada Pirelli Team)

“Sono molto orgoglioso del team, abbiamo navigato bene, e tutto ha funzionato. Ma dobbiamo tenere alta la concentrazione. In cinque giorni abbiamo trasformato la barca, abbiamo cambiato passo. Gli americani sono forti e non diamo nulla per scontato. Hanno fatto un grande lavoro e nella seconda regata avevano qualcosa che non andava bene. Sono stati grandi avversari.
Nella prima regata abbiamo usato il nostro modo di navigare alti, ovvero stringere bene il vento, quando siamo usciti dalla loro copertura e li abbiamo costretti a virare lungo la bolina. Usiamo questa qualità della nostra barca in maniera strategica”.

Terry Hutchinson – Team Director & Skipper – New York Yacht Club American Magic

30/01/21 – Auckland (NZL)
36th America’s Cup presented by Prada
PRADA Cup 2021 – Semi Final Day 2
Dean Barker (Sailor – New York Yacht Club American Magic)

“Grandi complimenti a Luna Rossa, quello che hanno fatto è notevole e adesso gli facciamo i migliori auguri per la finale della PRADA Cup. Ringrazio mister Bertelli per aver sponsorizzato questa regata, per lo spettacolo che sta offrendo al mondo dello sport. Siamo ovviamente delusi del nostro risultato, grati a tutti per il supporto che ci hanno dato anche nei momenti peggiori.
Per tre anni 135 persone hanno spinto per vincere e ottenere il risultato per cui ci eravamo preparati, per rappresentare il nostro Paese e il nostro club. Ieri è stata dura, anche oggi. Vorrei tornare per la edizione 37 e speriamo di farlo. Sono davvero pochi quelli che riescono a vincere al primo tentativo, ci è riuscito Alinghi, ma è stata una eccezione. Una volta a casa faremo nuovi programmi”.

PRADA CUP 2021: CONFERENZA STAMPA DI FINE REGATA

In conferenza stampa molti giornalisti hanno evidenziato i grandi miglioramenti di Luna Rossa in diverse aree. Su tutti la capacità di comunicare in maniera più fluida e costante. James Spithill ha enfatizzato il gran lavoro fatto per avere dei miglioramenti nelle performance. Francesco Bruni ha invece evidenziato un’ottima combinazione di analisi della barca e dell’equipaggio; questo ha portato una grande reazione del team per regatare al meglio, soprattutto perché da ora in poi sono tutti match sudden death, cioé dentro o fuori e non c’è più spazio per l’errore.

Alla domanda di Sailbiz a Francesco Bruni se ci sono ulteriori margini di miglioramento per affrontare la finale, dopo aver visto Luna Rossa navigare molto bene in qualsiasi condizione di vento, la risposta del timoniere italiano è stata secca:

“100% di miglioramento è ancora possibile. Abbiamo ancora molti aspetti e non abbiamo nulla da invidiare a INEOS. Vogliamo solo impegnarci senza lasciare nulla al caso”.

James Spithill invece ha sottolineato la capacità di introdurre nel team una cultura di crescita costante delle performance grazie al contributo di tutti. Una menzione speciale al coach Philippe Presti

PRADA CUP
Semifinale Press Conference