SailBiz ha analizzato il mercato dei Luxury Yachts

In un contesto economico in grande crisi in realtà chi è ricco diventa sempre più ricco e quindi il mercato potenziale dei Luxury Yachts ha dei numeri in crescita. Partendo da questa considerazione SailBiz ha analizzato questa domanda per capire le potenzialità geografiche da un lato e la tipologia di prodotto dall’altro. Ne emergono delle considerazioni interessanti. Infatti la domanda nautica da diporto, sia a livello nazionale italiano, che a livello globale, si può descrivere attraverso la definizione di tre profili della segmentazione del consumatore diportista nautico.

I tre profili, identificati attraverso la ricchezza individuale sono:
1.    Upper Affluent
2.    High Net Worth Individuals
3.    Ultra High Net Worth Individuals

Questi tre profili, derivano da un’analisi economica – finanziaria effettuata da Cap Gemini & Merrill Lynch, “World Wealth Report” sui patrimoni finanziari. Gli Upper Affluent sono individui che hanno un patrimonio netto inferiore ai 0,75$ mln di dollari; gli High net worth individuals hanno una ricchezza tra i 0,75$ mln e 10$ mln di dollari e infine gli Ultra high net worth individuals che possono vantare una ricchezza pari a oltre i 10$ mln. Nel mercato della nautica da diporto, le tre categorie di ricchezza possono essere orientate e associate a tre generali tipologie di prodotto cantieristico differenti.

In occasione dell’uscita della classifica Forbes sui più ricchi del mondo 2012, Sailbiz vuole affrontare la domanda del mercato potenziale dei luxury yachts. Per valutare e stimare le potenzialità di mercato della nautica di lusso, è importante analizzare l’evoluzione, in termini di numero e di ricchezza complessiva, degli High net worth individuals. Più specificatamente la commercializzazione dei luxury yachts, di questi giocattoli di lusso, all’interno di una specifica area geografica dipende essenzialmente da una serie di fattori riassumibili in numero e ricchezza di milionari. Viene da sé che quanto più alto sia il numero e/o quanto più alta sia la ricchezza media di questa classe elitaria, tanto maggiori saranno le potenzialità, in termini di domanda di mercato, di un determinato Paese.

La domanda di mercato, infatti, si sta orientando verso le imbarcazioni più grandi, e fattori come eleganza, design e moda stanno assumendo un’importanza maggiore. Il design europeo, e quello italiano in particolare, sono sempre più apprezzati. La domanda di motoscafi/yacht e di velieri di medie dimensioni è attualmente in calo. Invece è in crescita la domanda per i Super Yachts, cioè imbarcazioni oltre i 24 metri, richiesti dagli “Ultra High net worth individuals”. Gli Ultra High net worth individuals rappresentano la fascia più alta della nautica di lusso, essi sono individui con un patrimonio finanziario (asset finanziari) superiore ai trenta milioni di dollari.

 
L’analisi delle caratteristiche strutturali e delle dinamiche di crescita della domanda (HNWIs ed affluents) definisce alcuni key drivers che potrebbero guidare la crescita complessiva del mercato del luxury yacht:

  • La crescita costante degli HNWIs traina lo sviluppo del mercato del luxury yacht, che evolve verso la produzione di imbarcazioni di dimensioni medie sempre più elevate.
  • La crescita sarà più aggressiva in alcune macroregioni quali l’Europa dell’Est, l’Asia, l’Oceania, l’Africa, l’America Latina, in cui i tassi di accumulo della ricchezza e la numerosità degli HNWIs cresce più rapidamente, dando al mercato del luxury yacht una dimensione geografica sempre più globale.
  • Le potenzialità dei principali Paesi emergenti potrebbero essere vincolate dallo sviluppo degli indispensabili investimenti infrastrutturali in porti e bacini nautici in grado di assorbire l’evoluzione del parco nautico mondiale.
  • Il mercato del luxury yacht, e soprattutto i segmenti identificati da imbarcazioni di dimensioni maggiori, è destinato ad avere crescite acicliche in linea con le disponibilità finanziarie, ben diversificate, del mercato potenziale.
  • L’incremento costante della numerosità dei clienti potenziali ha avvicinato un numero sempre maggiore di inesperti al mondo della nautica.
 
 
 
Ciò ha fatto emergere l’importanza di alcuni fattori chiave della catena del valore quali, ad esempio, le attività di supporto ed after sales, oltre che a una crescente semplificazione della tecnologia impiegata. Il trend che si delinea dal 2006 al 2012 ci aiuta a capire quanto lo sviluppo del Bric (Brasile, Russia, India, Cina) e del Smit (Sud Korea, Mexico, Indonesia, Turchia), possano fare da traino nei rispettivi continenti (figura 4). I risultati permettono di rilevare un mercato potenziale della nautica di lusso di dimensioni sempre più considerevoli; ciò nondimeno, è opportuno specificare che il passaggio dalla dimensione potenziale alla dimensione effettiva del mercato non è automatico, poiché i contesti competitivi allargati non sono statici.
 
 
Allo stato attuale, l’Asia è il continente che contribuisce al maggior incremento di Billionaires dal 2006 ad oggi, nazioni come Singapore, Korea del Sud, China, Taiwan, India, Indonesia e Hong Kong crescono anno dopo anno a velocità esponenziale. In generale, la forza dei paesi asiatici riflette i solidi indicatori macroeconomici come il reddito nazionale lordo (RNL), e la forza in altro modo, la ricchezza guida la performance del mercato.
Eppure, la maggior parte di queste popolazioni rimangono relativamente piccole e non sono ancora annoverate tra i maggiori mercati a livello mondiale. Non escludiamo da questa crescita anche i paesi latino americani che collettivamente nel 2010 sono cresciuti del 5,7%.
Gli squilibri macroeconomici tra economie mature e economie in via di sviluppo sono aumentati dopo la crisi finanziaria, come dimostra la superiore crescita media in Asia-Pacifico dei Billionaires, e proprie in queste economie ed altre emergenti rimangono gli obiettivi per gli investitori globali che cercano un elevato livello di crescita di rendimenti. Eppure il segmento di mercato del luxury yacht è ancora poco addentrato per non dire latitante in queste nuove realtà economiche.
 
In altri termini, la crescita del business dello yachting di lusso non necessita semplicemente di una dimensione di mercato potenziale (rappresentata dal numero e dalla ricchezza pro capite dei super milionari presenti all’interno di un determinato Paese), ma richiede anche la presenza di imprese sempre più orientate al cliente finale (market oriented), capaci non solo di accrescere l’appeal del prodotto “luxury yacht” all’interno del contesto di mercato dei prodotti di alta-gamma, ma anche di sensibilizzare il cliente finale con opportune azioni di marketing professionale.
Share