Telefonica, welcome back to VOR!

Telefónica torna a partecipare per la terza edizione consecutiva alla Volvo Ocean Race. La società vi prenderà parte con un’imbarcazione chiamata “Telefónica” che è in costruzione presso un cantiere di Valencia, in Spagna. Il gruppo iberico per la Volvo Ocean Race 2011-12 potrà disporre di una barca dell’ultima generazione e di un equipaggio competitivo, che aspira alla vittoria in questa prestigiosa sfida. Knut Frostad, CEO della Volvo Ocean Race ha dichiarato “Sono felice di avere una società del prestigio internazionale di  Telefónica nella Volvo Ocean Race per la terza volta consecutiva. Do  loro il mio bentornato e mi auguro di poter continuare a sviluppare questo grande evento sia a terra che in mare.”

La presenza di Team Telefónica nella Volvo Ocean Race, guidato da Pedro Campos, il CEO di Team Telefónica, fa parte dell’ampio programma promozionale della società nel mondo della vela, sia a livello nazionale che internazionale. Oltre a una posizione sul podio nella scorsa edizione dell’evento e vittorie nelle in-shore race, nella loro bacheca fanno bella mostra anche 15 titoli mondiali, due ori e un argento olimpici ottenuti nei giochi di Atene 2004 e Pechino 2008.

Il team sarà composto da un gruppo di specialisti esperti nelle diverse aree: velisti, shore crew, vele, meteorologia, preparazione fisica, nutrizione, comunicazione, logistica e amministrazione.

Nel settore della preparazione fisica il team gode del supporto del Consiglio Spagnolo dello Sport, un’organizzazione con cui è stato siglato un accordo relativo all’addestramento e alla medicina dello sport, con l’appoggio della Real Federazione Spagnola della Vela (RFEV).

Il CEO della Volvo Ocean Race ha anche sottolineato come : “Il livello dei cinque equipaggi che hanno confermato finora la loro partecipazione alla prossima regata non è mai stato così alto nei 38 anni di storia dell’evento.” Secondo Frostad “Non ci sono esperti in grado di prevedere chi sarà il vincitore. Sarà senza dubbio un vero scontro oceanico fra titani!”

Share