Una grande tappa di Coppa del Mondo sul Garda

Grande giornata per gli atleti italiani che oggi hanno vinto 4 medaglie: oro per Sibello (49er), argento per Dubbini (470M), bronzo per Zandonà-Zucchetti (470M) e bronzo per Conti-Micol (470F). Bel sole con vento tra i 12-15 nodi nella giornata conclusiva dell’Eurolymp sul lago di Garda. L’evento, organizzato dalla Fraglia Vela Riva con la partecipazione dell’Associazione Velica Lago di Ledro, il Circolo Surf Torbole e la Fraglia Vela Malcesine, ha a visto la partecipazione di circa 250 equipaggi in rappresentanza di 40 nazioni.

470 Maschile
Gabrio Zandonà-Pietro Zucchetti (CV Marina Militare/SV Guardia di Finanza) incorrono in una penalità nella fase di pre-partenza, e sono costretti a partire in ritardo rispetto alla flotta. Molto bene i cugini Luca e Roberto Dubbini (CVT Maderno) che per l’intera regata e fino al traguardo mantengono la seconda posizione.
In classifica definitiva:
1° ARG – Calabrese – Del Fuente (27 pt)
2° ITA – Dubbini – Dubbini (48 pt)
3° ITA – Zandonà – Zucchetti (50 pt)

Tornato a terra Luca Dubbini ha commentato: “Siamo stati bravi e anche fortunati. Le raffiche venivano da destra, erano condizioni strane. Siamo riusciti a agganciare le raffiche prima degli altri e a controllare gli avversari per il resto della regata. Siamo veramente contenti: è la prima volta che riusciamo a battere Gabrio.”
Anche Zandonà ha tracciato un bilancio: “Una buona settimana con tanto allenamento e ottime regate per prepararsi al meglio al Mondiale. Siamo riusciti a testare bene i materiali. Complimenti a Luca e Roberto Dubbini ed anche al tecnico Gigi Picciau che hanno lavorato duramente tutto l’anno e ora ne raccolgono i frutti.”
Quarti overall Fabio Zeni (FV Riva del Garda)-Nicola Pitanti (CN Marina di Carrara) , e noni Giulio Desiderato – Edoardo Bianchi (YCI).
Gli altri italiani in regata hanno concluso nelle seguenti posizioni:  11. Cattaneo–Zaoli, 15. Airò-Mascoli, 16. Bertola-Alcidi, .18 Bertagna-Giannini, 19. De Carolis-Clementi, 20. Dubois-Di Nanna, 21 Alessio-Rinaldi e 23. Grandone-Passerini.

470 Femminile
Medal Race con vento molto instabile per la classe 470F e un salto di oltre quindici gradi nella prima bolina. Molto bene l’equipaggio italiano formato da Giulia Tobia e Giulia Moretto che tagliano il traguardo della Medal in terza posizione e concludono seste overall. Giulia Conti e Giovanna Micol (CV Marina Militare) sono terze in classifica definitiva e vincono la medaglia di bronzo.
“Non abbiamo mai ingranato veramente. Condizioni di vento difficili,, ma le giapponesi hanno regatato veramente bene. Complimenti.”
In classifica definitiva:
1° JPN – Kondo – Tabata (18 pt)
2° JPN – Yoshisako – Okuma (33 pt)
3° ITA – Conti – Micol (34 pt)

Francesca Komatar-Sveva Carraro concludono al decimo posto, Eugenia Di Giacomo e Caterina Julia Brighenti all’11mo.

49er
Per la classe 49er, lati accorciati, ma percorso con tre boline e tre poppe per compensare l’instabilità del vento e offrire più scelte tattiche.
I Sibello, inafferrabili, dominano l’intera regata, tagliando il traguardo con oltre un minuto di vantaggio.
Medaglia d’oro dunque per Pietro e Gianfranco Sibello che al rientro in banchina hanno commentato: “Oggi prima della partenza ci siamo detti che dovevamo dare il massimo e non potevamo permetterci di sbagliare. Così abbiamo fatto. Una regata tirata al massimo in cui ci siamo divertiti e speriamo di aver dato anche spettacolo. Fantastico: che bella la vela!”

In classifica definitiva:
1°ITA – Sibello – Sibello (19 pt)
2° POR – Freitas-Andrade (31)
3° JPN – Makino-Takahashi (51)

In Medal Race Tita-Gritti tagliano il traguardo settimi e sono sesti overall, mentre Togni-Fasoli concludono all’ 8° posto in classifica definitiva.
I risultati degli altri italiani in regata: 13. Plazzi-Molineris, 15. Meloni-Gemini, 17. Tesei-Noè, , 19. Bertani-Bettini, 21. Cherin-Tesei.

Laser Radial
Vince la medaglia d’oro la messicana Elias Calles Tania, argento per Fatima Reyes (ESP) e bronzo per la lituana Scheidt.
La giovane Emma Giuliari (Fraglia Vela Riva) conclude al 10° posto in classifica definitiva.
“Sono veramente emozionata” ha dichiarato. “Entrare in Medal Race non era uno degli obiettivi di questa regata e quindi sono molto felice. Questa è stata la mia seconda Medal: la prima qui, l’anno passato, ma con un livello di concorrenti molto più basso. C’è  ancora tanta strada da fare, ma Larissa (Nevierov, tecnico federale Laser Radial) ci aiuta a lavorare bene e a crescere.”
Questi i risultati delle altre italiane in regata: 19. Maria Graziani, 20. Francesca Clapcich (CV Aeronautica Militare), 24. Elisabetta Macchini, 25. Alessandra Pedone, 26. Laura Cosentino.

Laser Standard
Si conferma medaglia d’oro lo spagnolo Hernandez. Al secondo posto overall il greco Bougiouris e medaglia di bronzo per l’argentino Alsogaray.
Questi i risultati finali degli italiani in regata: 11. Regolo, 12. Crivelli Visconti, 13. De Paoli, 17. Gallo, 18.Bottoli, 23. Stazzera, 24. Nassini, 31 Marrai, 36. Cerni, 46. Bignoli, 49 Vitulano, 51. Crollalanza, 53. Ostuni, 56. De Luca, 57. Raeli, 59. Baruzzi, 62. Benamati, 63. Tortatolo, 65. Migliaccio, 66. Mancinelli, 67. Vitulano, 69. Spadoni, 70. Balzarini, 72. Daicampi, 77. Donella.

Star
La classifica definitiva vede al primo posto il croato Lovrovic, secondo lo statunitense Szabo e terzo il tedesco Miller.
I risultati finali degli italiani in regata: 12. Negri-Voltolini, 14. Santoni-Toccoli, 18. Benamati-Marin, 19. Fornaro-Bianchi, 21. Augelli-Kuhar, 31. Marcolini-Anfossi.

RS:X M
Primo  lo svizzero Stauffacher, seguito dal giapponese Tomizawa al secondo posto e dal coreano Hyungkwon al terzo. Quinto l’italiano Andrea Ferin.
MATCH RACE
Nel Match Race femminile vince l’australiana Katie Spithill. Secondo posto per Katie Archer (GBR) e terzo per Mary Rook (GBR). Lorenza Mariani conclude al quarto posto.
A Riva del Garda presenti anche i Tecnici federali: Luca De Pedrini (49er), Larissa Nevierov (Laser Radial), Egon Vigna (Laser Standard), Gigi Picciau (470 M), Guglielmo Vatteroni (470 F), Adriano Stella (RS:X M) e Valentin Mankin (Sta

Share