Un’America’s Cup per l’industria dei Superyachts

L’organizzazione della prossima America’s Cup di San Francisco procede a passo spedito, annunciato il programma dettagliato nei giorni scorsi e lanciato il nuovo sito con il nuovo design del logo dell’evento. Un’importante elemento sul quale l’organizzazione vuole puntare è l’engagement dell’industria dei SuperYachts e  quindi indirettamente dei loro armatori. In quest’ottica gli organizzatori hanno già stretto due importanti accordi, il primo con Fraser Yachts importante società di charter e brokerage, parte del gruppo Azimut, il secondo con United States Superyacht Association. Obiettivo di questi accordi è quello di sviluppare e supportare un importante programma di attività personalizzate destinate ad un target di spettatori dell’evento molto elevato.
Crediamo che queste iniziative non dispiaceranno a Louis Vuitton, partner storico dell’evento, sempre attento a valutare il ROI dei suoi investimenti, che negli anni scorsi, dopo Valencia, aveva abbandonato l’America’s Cup proprio perché diventata troppo commerciale e lontana dalla sua immagine.
A Valencia ai superyachts erano stati destinati programmi speciali ed una location di indiscutibile pregio ed al centro della scena, l’obiettivo dei nuovi organizzatori dovrà essere quello di replicare ed implementare quelle idee.
Share