VOR da un continente all’altro, da un mercato all’altro

 La Volvo Ocean Race ha da poco lasciato la Cina e Quingdao per puntare verso il Brasile e Rio de Janeiro.

Questa tappa non segna solo il passaggio da un continente all’altro ma anche da un’economia, ancora in crescita, all’altra. Si abbandona la Cina mercato di 600 milioni di consumatori, terza potenza economica del mondo con un Pil 2007 è stato pari a 3.380 miliardi di dollari. Una nazione che in periodo di crisi economica mondiale può mantenere cresce ancora con un ritmo l’8% all’anno, e dove aumentano i consumi interni.

Da questa prospettiva, si passerà alla prossima tappa, Rio de Janeiro, il Brasile Brasile  3° paese al mondo come crescita di milionari.

Nel2008 , secondo uno studio divulgato da CapGemini, infatti il paese sudamaricano haavuto una crescita del 19,1% della quantità di persone con un patrimonioliquido sopra 1 milione US$ in confronto all’anno precedente. Il numero dimilionari nel paese è cosi passato da 120.000 a 143.000.

(Secondotale studio al primo posto si colloca l’India con una crescita del 22,7%, laCina è al secondo posto con una crescita del 20,3%. La Russia invece (ultimodei rappresentanti del BRIC,formato appunto da Brasile,Russia,India,Cina) sicolloca al 10° posto con un aumento del 14,4%, tutti paesi tappa dell’evento)

Un paese dove allo stesso tempo laclasse media brasiliana sta riducendo il livello di disuguaglianza nella distribuzione dellaricchezza, raggiungendo nel 2008 la maggior percentuale nella sua storia dellapopolazione di Classe C (la classe media in Brasile, secondo unaclassificazione in 5 classi da A-E). La percentuale di povertà nelpaese si è ridotta dal 19,6% nel 2007 al 18% nel 2008 con 1,5 milioni dipersone che sono uscite dalla linea di povertà raggiungendo appunto la classemedia. Lanuova classe C raggiunge la percentuale del 47,06 % della popolazione nel 2007.

Nonostantela crisi in atto a livello mondiale il Brasile continua a crescere.E la VOR continua ad incontrare e fare tappa su paesi dove l’economia ancora è un traino, frutto questo di un’ottima pianificazione da parte degli organizzatori.

Share