Il mare saluta il presidente di Assonautica Italiana, Malcarne, scomparso nella notte

Nella notte è venuto a mancare Alfredo Malcarne, presidente di Assonautica. Uomo integerrimo che durante il lockdown si è dato da fare affinché la nautica trovasse quel riconoscimento dovuto. Alla famiglia e a tutti i membri dell’associazione che rappresenta l’Unione Italiana delle Camere di Commercio il cordoglio della redazione di SailBiz. Di seguito il pensiero pubblicato sulla pagina Facebook dell’Associazione a firma di Marino Masiero, vice presidente Assonautica.

Interpretando il pensiero degli Amici, degli Associati, dei Collaboratori, dei Direttivi, dei Presidenti delle 50 sedi di Assonautica Italiana esprimo il cordoglio, il lutto, lo sgomento e la perdizione spirituale e morale che ci ha colpiti questa notte. Il nostro Presidente #AlfredoMalcarne non è più tra noi.
Un uomo che non può essere riassunto nemmeno in dieci libri. Una persona carismatica, dalle doti ineguagliabili e dotato di capacità straordinarie. La sua umanità, sempre preponderante rispetto ad ogni altra cosa, è stata il collante che faceva di Alfredo l’uomo unico che nessuno potrà mai eguagliare. L’amore profondo per il “bene sempre e ad ogni costo” nel senso più ampio del termine, faceva di Alfredo un uomo illuminato da una luce diversa..
La sua semplicità nei modi e la sua pacatezza nei toni spiccava nella sua informalità, nonostante egli avesse titoli per poter apparire sempre ciò che era, ma che non esibiva mai: un Accademico, un Professore Universitario, un eccellente componente dell’Ordine dei Commercialisti, lo storico Presidente della Camera di Commercio di Brindisi e il Presidente di Assonautica Italiana.
La preparazione, la professionalità, l’esperienza stratificata in tanti anni di impegno pubblico-privato e la capacità di mediare le situazioni più complesse, hanno fatto si che stanotte non abbiamo perso solamente il grande uomo delle Istituzioni che Alfredo Malcarne era a pieno e più che meritato titolo. Noi stanotte abbiamo perso il migliore degli uomini di Stato che molti di noi hanno avuto l’onore di conoscere. Una persona che pensava a se stessa per ultima, secondo un codice non scritto del bene collettivo prima di ogni altra cosa.
Un Presidente che pensava alle imprese e al lavoro un una terra difficile, dura e bellissima allo stesso tempo: la sua terra .
Questa terra amata appassionatamente.. piena di laboriosità e travagliata da tante, troppe burrasche..
La questione della legalità era per Alfredo un punto fermo e intoccabile… al punto che pagò di persona con due attentati la sua lotta a chi obbligava le imprese a sottostare al raket. Instancabile visionario e costruttore di occasioni di sviluppo, di lavoro, di analisi e di progetti a tutto campo.
Fine cesellatore di rapporti umani, culturali, sociali, sindacali ed economici, Alfredo metteva a frutto sempre il suo grande dono: la capacità di contemperare le esigenze pubblico-istitizionali, con un quadro di sviluppo del territorio cui ha contribuito da sempre, assorbendo fin da bambino i valori del nonno Alfredo e del papà Teodoro, anch’egli professore universitario.
Supporto, internazionalizzazione, solidarietà e sussidiarietà nei confronti delle imprese, erano i suoi punti programmatici fissi, da grande Presidente della Camera di Commercio di Brindisi. L’accompagnamento delle imprese pugliesi all’estero per Alfredo era un faro sempre acceso anche nei momenti delle crisi economiche.

Il suo costante impegno infine ha fatto si che, tramite l’accreditamento dei valori morali e professionali che lo hanno contraddistinto da sempre in Unioncamere, Assonautuca Italiana assumesse il ruolo da protagonista indiscusso della realtà del turismo costiero, italiano ed internazionale.

Ci sono giunte oggi le condoglianze ed i messaggi di suffragio dai rappresentanti di Assonautica Grecia, Albania, Croazia, Montenegro, Montecarlo e da esponenti degli organismi internazionali di monitoraggio economico del Mar Mediterraneo.
Alla Famglia, alla mamma MariaPia, alle Signore Antonella e Alessandra, alle amatissime figlie Alice, Alba, Altea e Gaia, alle sorelle Marina e Cristina, al cognato Umberto a tutte le persone che l’hanno amato e che gli vogliono bene, a tutti gli Associati di Assonautica Italiana e a tutti Noi giunga l’abbraccio protettore di Alfredo.
Siamo stati fortunati ad averlo avuto tra noi.
Alfredo Malcarne è stato un dono di un Dio buono..
E noi stiamo soffrendo così tanto, perché così tanto abbiamo ricevuto da lui.
Amici, siamo aliti di vento in mezzo alla burrasche della vita..
Ma nonostante ciò, la vita è il grande dono che abbiamo avuto il privilegio di condividere con il grande uomo che abbiamo perso stanotte.
Alfredo, ora che navighi nell’oceano più vasto, quello che non ci è dato a conoscere, proteggi tutti noi nel tuo viaggio, così come hai fatto nella Tua ineguagliabile esperienza di vita.
Grazie per il tanto che ci hai dato.
Marino Masiero
Assonautica Italiana
vicepresidente