La VOR fa parlare di sè anche in attesa della seconda tappa!

Qualcuno ha criticato la Volvo Ocean Race per essere stata una regata che ha perso il 50% della piccola flotta (solo 6 imbarcazioni al via) durante la prima tappa. Forse sarà vero ma quello che è successo ha aiutato gli organizzatori a raccontare l’attività di tre team che lottano contro il tempo per essere pronti per la seconda tappa. Dal punto di vista mediatico sia la Volvo che la Puma hanno sfruttato abilmente un carico mediatico prodotto dai media member dei team ai “box”. Occorre dar merito che grazie al team Puma abbiamo conosciuto un’isola “che non c’è” Tristan da Cuhna che oggi è divenuta sicuramente più famosa al mondo per la pesca di aragoste e il campo di golf. Merito invece di Volvo di aver raccontato cosa vuol dire gestire la logistica di un team che cerca di far incontrare via cargo la propria imbarcazione e il proprio albero di rispetto dall’altra parte del mondo. E’ il mondo dei media, è il mondo dei contenuti,…è il mondo di Volvo Ocean Race. Per tutti gli appassionati da godersi questo video!

Share