Sistemi di ormeggio, la startup Seares vola con Seadamp

E’ stato un 2020 di successi per Seares. Dopo un 2019 decisamente positivo, ci sono stati altri premi e riconoscimenti per questa startup toscana fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare i sistemi di ormeggio di imbarcazioni e strutture galleggianti.

Grazie anche a importanti sinergie nate dall’incubazione presso il Polo Tecnologico di Lucca e da collaborazioni con il Polo Tecnologico di Navacchio, Seares è riuscita a produrre e commercializzare in breve tempo i sistemi di ormeggio Seadamp: smorzatori meccatronici dedicati all’ormeggio delle barche capaci di migliorarne comfort e sicurezza, recuperando energia dal moto ondoso.

Per i suoi innovativi sistemi di ormeggio, lo scorso anno Seares ha ricevuto il premio nazionale Cambiamenti del CNA, ha vinto il SeaBootCamp, ha ottenuto il Design Award Marine Equipment, il Qualitec Design Awards, il Greentec ed altri. E il 2020 non è stato da meno. La startup toscana si è infatti aggiudicata il premio Innovation2live di Enercom e ha conquistato il terzo posto al Compay Prize Gaetano Marzotto. Al Salone Nautico di Genova 2020 ha poi confermato il successo dei suoi prodotti innovativi, sia in termini di vendite, che di accordi e partnership avviate, e si è aggiudicata il premio ADI per il design.

Ma non è finita qui. Nel 2020 la startup toscana Seares, sotto la guida del suo fondatore Giorgio Cucè, ha siglato un accordo con Vittoria Assicurazioni. Grazie a tale accordo, Seares è diventata l’unica azienda italiana del settore i cui prodotti sono stati validati da una compagnia assicurativa, in quanto idonei a garantire una maggiore sicurezza dell’ormeggio, e di offrire ai propri clienti importanti sconti sulle polizze.

L’anno di Seares si è poi chiuso con una raccolta di 400.000 euro. Un aumento di capitale sottoscritto da un club deal guidato da Selected Investments S.p.A., società di investimenti di venture capital focalizzata su operazioni seed, che ha svolto il ruolo di anchor investor. Come spiegato da una nota, “al club deal hanno partecipato anche il family office Corniola, la società di consulenza e partecipazioni Intermedia Iniziative e un gruppo di investitori privati e business angels specializzati in investimenti in startup e nuove tecnologie. I capitali raccolti permetteranno di potenziare la rete commerciale, di incrementare la capacità produttiva – grazie al trasferimento nella nuova sede di Livorno – e di depositare nuovi brevetti, a conferma dello spirito tecnologico di Seares e della sua visione di lungo termine fortemente orientata alla continua ricerca di innovazione”.