Il progetto “Buy Italian” di UCINA ad Amsterdam

   L’industria nautica italiana in questi giorni è presente con 225 aziende, al Mets, il più significativo salone internazionale riservato agli operatori nel settore degli accessori per la nautica da diporto, che si è concluso ieri 20 novembre.

Delle aziende italiane, che rappresentavano il primo gruppo straniero diespositori presente al Salone, 124 hanno esposto al “Pavillon Italia”, nelcomprensorio fieristico RAI di Amsterdam, nell’ambito della collettivaorganizzata da UCINA, l’associazione aderente a Confindustria che riunisce glioperatori della nautica da diporto, con il supporto di ICE.

Lo spazio espositivo della Collettiva Italiana ha superato i 2.300 metriquadrati in posizione centrale rispetto alla manifestazione. UCINA era presentecon uno stand di rappresentanza che ha ospitato il “Punto Italia”, luogo diinformazione e ospitalità per gli operatori e i visitatori del padiglione.

La significativa e qualificata presenza della nostra industria a questamanifestazione, interamente dedicata agli accessori e che ha raccolto in questaedizione 1.150 espositori, ha testimoniato il ruolo che la nautica italianasvolge nell’ambito del panorama mondiale.

In particolare, secondo l’analisi di mercato per l’anno 2007 eseguita da UCINA ilfatturato complessivo del comparto di accessori e componentistica ha raggiuntoil valore complessivo di 1470 milioni di euro registrando ancora un incrementorispetto all’anno precedente.

La produzione nazionale è destinata per il 33% (365 milioni di euro)all’esportazione diretta tale percentuale sale al 36% se si considera lasuccessiva esportazione una volta installata su imbarcazioni dirette al mercatoestero. Gli addetti del comparto accessori sono stimabili in 7.200 unità.

Share