logoriva.gif

Riva festeggia la centesima nata ed il nuovo stabilimento

     Il cantiere nautico Riva del gruppo Ferretti festeggia a dicembre la centesima unità prodotta.

Traqualche giorno, infatti, la "festeggiata" particolare sarà il “75’Venere”, il modello lanciato con grande successo nel 2005 e rivisitato negliinterni proprio quest’anno. L’occasione si unisce alla celebrazione della finedei lavori delle opere di terra del cantiere cui farà seguito la costruzione diuna parte su mare, prevista per i prossimi mesi. «È con grande orgoglio che festeggiamoquesta centesima unità prodotta dal cantiere della Spezia, dal “68′ Ego Super”fino all’ammiraglia, il “115′ Athena”, passando per il “75′ Venere”, l’ “85’Opera Super” e la novità del 2008, “92′ Duchessa” – afferma Ferruccio Rossi,amministratore delegato di Riva Spa – Si tratta di un successo che premial’impegno finanziario e umano profuso in questi ultimi anni, simbolo dellospirito di tradizione e innovazione che contraddistingue il marchio Riva da 166anni».

Nelnovembre 2004 – a quattro anni dall’acquisizione del brand da parte di Ferrettispa avvenuta nel 2000 – ha aperto nell’area dell’ex cantiere navale Oran Sec diviale San Bartolomeo la nuova (seconda, dopo la storica di Sarnico, sul lagod’Iseo, sede del cantiere dal 1842) sede Riva destinata alla produzione diyacht di lunghezza superiore ai 65 piedi. Con l’acquisizione di questa nuovaunità, il marchio iseano ha consolidato le prospettive di crescita in unmercato mondiale che, stagione dopo stagione, mostra di apprezzare sempre piùla qualità, il design e l’unicità delle barche Riva.

Lacapacità produttiva della sede spezzina ha saputo dare propulsione allaproduzione, permettendo un ampliamento della gamma dei modelli, sempre nelrispetto delle linee guida nate nella sede storica di Sarnico. Anche le barchepiù grandi, infatti, mantengono come caratteristica principale la capacità diconiugare un’eleganza classica – che ben si lega alla tradizione del cantiere -a uno spirito fortemente innovativo, permettendo agli yacht Riva di risultareestremamente all’avanguardia, ma con uno stile senza tempo.

Nelgiugno 2007, la superficie produttiva del cantiere spezzino è stata ampliata,in particolare con l’aggiunta di una cabina di verniciatura lunga 45 metri, unadelle più tecnologicamente avanzate ed ampie del Mediterraneo. Questo hasegnato un ulteriore passo avanti per un’azienda che si conferma attenta allapropria tradizione ma profondamente proiettata verso il futuro. La qualità e lacura artigianale che caratterizzano la produzione Riva fin dalle origini, sisono mantenute negli anni andando a sommarsi a elementi quali l’innovazione,l’eleganza, lo stile e il design. Le barche che oggi Riva produce, in entrambii suoi stabilimenti, sono dei veri e propri prodotti di artigianato dialtissimo livello, estremamente lussuosi e dallo stile e raffinatezza unici.Classici esempi di quell’italianità che tutto il mondo ci invidia, i motoscafiRiva si possono considerare veri e propri gioielli.

Share