A 40 anni un brasiliano di ferro vince il mondiale

Il brasiliano Robert Scheidt  vince il Campionato del Mondo Laser Standard 2013 in Oman.  L’italiano Marco Gallo, ottimo secondo nell’unica prova odierna, chiude al 14° posto Robert Scheidt, il fuoriclasse brasiliano, vince a 40 anni il suo nono Campionato del Mondo Laser Standard che si è concluso oggi 23 novembre a Mussanah (Oman). La partenza dell’unica prova di giornata è stata data 4 minuti prima dello scadere del tempo limite; la regata, disputata con vento leggerissimo ed estremamente instabile, è stata vinta da Robert Scheidt, secondo l’italiano Marco Gallo che, grazie alla buona performance odierna, ha chiuso il mondiale al 14° posto. Sul podio, a conclusione del campionato, salgono il cipriota Pavlos Kontides, secondo classificato e il tedesco Philipp Buhl medaglia di bronzo. Lo svedese Jesper Stalheim e il croato Tonci Stipanovic, che nel corso del mondiale si erano alternati sul podio, sbagliando la singola prova di oggi, scendono rispettivamente al quinto e al sesto posto della classifica definitiva. Francesco Marrai e Alessio Spadoni, gli altri due italiani in gara nella flotta Gold, hanno concluso al 21° e 33° posto.

Robert Scheidt che, vista l’esclusione della Star dai Giochi Olimpici di Rio ha deciso di tornare al Laser dopo nove anni di assenza, ha commentato: “Questa vittoria è speciale perchè arriva in un momento particolare della mia vita: sono diventato padre e sono stato tanto lontano dalla classe. Non sapevo cosa aspettarmi da questo campionato e arrivare alla vittoria dopo 7 dure giornate di regate è davvero una grande soddisfazione.  Le Olimpiadi sono ancora lontane, ma spero il mio fisico resista nei prossimi anni, perché devo ammettere che il mio obiettivo è chiudere la mia carriera proprio con i prossimi Giochi Olimpici a Rio nel 2016.”

Marco Gallo, il migliore degli italiani in gara, ha commentato: “E’ stata una settimana bellissima e un campionato difficile soprattutto dopo la squalifica di ieri. La prova di oggi e’ andata bene. Sono felice del secondo posto. E’ stato emozionante vedere da vicino l’arrivo di Robert con il quale ho trascorso gli ultimi mesi ad allenarmi. Complessivamente, sono soddisfatto del 14 posto. Fin’ora e’ il mio migliore risultato.”

Non si è invece regatato nella flotta Silver ed è quindi rimasta invariata la classifica che vede Giovanni Coccoluto 5°, Marco Benini 23° e Michele Benamati 34°.

 

 

Gallery Fotografica

Share