America’s Cup 37, quale sarà la location? Le ultime novità

Si comincia già a parlare di America’s Cup numero 37 e ci si chiede quale sarà la location. In merito, un comunicato dell’Ufficio Stampa della 37esima Coppa America ha fatto sapere che è stata prorogata la timeline per la decisione. Dove si svolgerà il prossimo grande evento della vela? E quando verrà data la comunicazione ufficiale?

Il Royal New Zealand Yacht Squadron ed Emirates Team New Zealand hanno annunciato di aver esteso il periodo di selezione affinché le sedi interessate continuino a elaborare i dettagli finali e fornire ulteriori informazioni necessarie per le proprie candidature.

Il Commodoro del Royal New Zealand Yacht Squadron, Aaron Young, ha dichiarato: “A beneficio sia della 37esima America’s Cup che dell’eventuale sede ospitante, preferiamo concederci ancora un po’ più di tempo, vogliamo prendere una decisione giusta invece di una decisione affrettata”.

Il Royal New Zealand Yacht Squadron ed Emirates Team New Zealand ritengono sia prudente e responsabile prolungare il termine per valutare le sedi in lizza, dopo che il Covid in Nuova Zelanda ha reso impossibile ai membri di Emirates Team New Zealand di visitare le diversi sedi. Avere più tempo permetterà di scegliere la sede più adatta per il prossimo evento di America’s Cup.

In questo contesto, si torna però a parlare di Auckland. Il Royal New Zealand Yacht Squadron ed Emirates Team New Zealand hanno infatti ricevuto una lettera da Mark Dunphy in merito alla fattibilità del suo finanziamento per mantenere l’evento proprio ad Auckland.

Grant Dalton, ceo di ETNZ, ha commentato: “Il fatto fondamentale è che abbiamo un numero di sedi potenziali eccezionali, tutte con offerte forti e competitive e fermamente impegnate a completare gli accordi nelle prossime settimane. E’ frustrante non essere stati in grado di chiudere il nostro accordo con una sede ospitante entro la data prevista del 17 settembre come precedentemente proposto, ma ora ci stiamo concedendo più tempo per lavorare sui dettagli finali delle rispettive sedi, in considerazione anche del fatto che il Covid in Nuova Zelanda ha reso il processo più complicato.

Come abbiamo sempre sostenuto, per quanto improbabile possa sembrare, Auckland non è mai stata fuori dai giochi per ovvie ragioni. Quindi, ora che finalmente abbiamo una lettera del signor Dunphy, sarebbe negligente da parte nostra non esaminare la fattibilità di un evento ad Auckland e verificare se in effetti può essere completamente finanziato a livello locale. Finora non ci sono state prove che ciò fosse vero”.

Rimaniamo dunque in attesa di scoprire quale sarà la location dell’America’s Cup 37. Si tornerà ad Auckland? O ci si sposterà in un altro luogo?