COLMAR un marchio oltre il mare

Intervista a Mauro Redaelli, Sales & Marketing Manager di Manifattura Mario Colombo & C. Redaelli, proveniente da Reebok Italia, dove ricopriva la carica di CEO, ha consolidato una significativa esperienza commerciale e marketing nel segmento abbigliamento sportivo ricoprendo incarichi in Adidas, Fila e Intersport.Milanese, 47 anni e due figli, Redaelli riporterà al board. Manifattura Mario Colombo, fondata dal 1923, oggi rappresenta una significativa realtà nel settore dell’abbigliamento sportivo, con il marchio, di proprietà, Colmar (acronimo del fondatore Colombo Mario), leader nello sci, nel beach wear, nello sportswear e da poche stagioni in quello golf. Manifattura Mario Colombo & C. distribuisce il marchio Lacoste abbigliamento e borse, con una presenza di 53 boutique monomarca in Italia e oltre 138 corner.
di Cristian Lanzanova

SB: Dott. Redaelli Complessivamente com’è cambiato il modello di business di COLMAR negli ultimi vent’anni?
MR: È cambiato moltissimo, ma come dice un vecchio adagio: “Più le cose cambiano, più rimangono le stesse “. In effetti,  ieri come oggi,  per essere vincenti bisogna puntare su  tre aspetti: prodotto, distribuzione  e comunicazione.Tutti e tre questi gruppi i cambiamenti sono stati molti, moltissimi, soprattutto nella  comunicazione.

SB: Quanto è importante la comunicazione per la vostra azienda? quante risorse destinate a questo campo? 
MR: La comunicazione è da sempre fondamentale per Manifattura Mario Colombo. Nei nostri 88 anni di storia siamo diventati un’ azienda leader nel mercato dello sport (e non solo) anche grazie agli importanti investimenti destinati   in questo ambito. Le nostre comunicazioni hanno sempre cercato di generare una forte brand awareness e spesso ci siamo riusciti più che bene, pensiamo ad esempio allo slogan “In Caso di neve…Colmar”. Un aspetto su cui l’azienda ha sempre creduto è  lo sport marketing, fin dagli anni Trenta, quando ancora non si chiamava così. La mitica Valanga Azzurra di sci indossava capi Colmar. Il marchio ha conquistato il podio grazie ad Alberto Tomba e Deborah Compagnoni. Anche oggi lo sport marketing continua a fornirci grandi soddisfazioni: dalla sponsorizzazione della nazionale di sci Croata, che ha nel campione del mondo Ivica Kostelic il massimo rappresentante, al rapporto che ci lega a campioni del golf come Costantino Rocca ed Edoardo Molinari.
E siccome crediamo fortemente nella comunicazione, crediamo anche nei nuovi media e nelle opportunità che offrono per stringere un rapporto sempre più forte con il consumatore.

SB: Abbiamo potuto osservare la facilità di navigazione e la semplicità del vostro sito internet,  ormai non si può fare a meno dei nuovi media, come e quanto vi dedicate ad essi?
MR: Riteniamo importante la comunicazione attraverso il web.  Stiamo lavorando assiduamente e  investendo molte energie nello sviluppo dei nostri siti che presto subiranno un significativo  restiling, per andare sempre più incontro alle esigenze dei nuovi utenti, che vogliamo rendere attori protagonisti del mondo Colmar, coinvolgendoli attraverso iniziative di web 2.0.
 
SB: l’innovazione parte dal cliente?
MR: Parlando di prodotto, l’innovazione tiene sicuramente conto delle richieste del cliente, che coinvolgiamo nello sviluppo delle collezioni attraverso focus group. Ci sono, comunque,  molti altri aspetti: tra questi sottolineerei l’importanza della ricerca per proporre materiali e tecnologie sempre all’avanguardia. Parlando di comunicazione e ricollegandoci alla domanda precedente, uno sguardo agli orientamenti dei consumatori è fondamentale e proprio per questo a breve avremo, oltre ai siti Internet più interattivi e orientati al web 2.0,  delle nuove pagine Facebook e Twitter: vogliamo che l’interazione con gli utenti offra un valore aggiunto non solo per i clienti e i consumatori e azienda

 
SB: Una maggiore competizione come influisce sull’innovazione nel vostro settore specifico?
MR: Lo sviluppo di nuovi materiali e di nuovissime tecnologie ci spinge ad evolverci molto velocemente per essere sempre aggiornati e al passo con i ns competitors,  per proporre ai nostri  clienti  un prodotto all’avanguardia.
SB: Ci potrebbe dare qualche news sul vostro piano marketing?
MR: Quest’anno abbiamo introdotto e introdurremo molte novità. Crediamo fortemente nelle sponsorizzazioni e, oltre che con la FISW,  abbiamo recentemente firmato accordi anche con la FFS (Federazione Francese di Sci) e con Jon Olsson. Inoltre per essere sempre più vicini ai consumatori dalla collezione FW11 proporremo un completo restyling dei siti Internet e apriremo pagine face book e twitter, dando all’interazione uno spazio sempre maggiore.


Mauro Redaelli – direttore marketing COLMAR


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SB: Uno degli aspetti più importanti di COLMAR, oltre che al prodotto sono le sue sponsorizzazioni, ci potrebbe fare una panoramica in questo settore?
MR: Colmar è un brand active legato in maniera molto forte allo sport fin dai tempi della mitica Valanga Azzurra. Grande importanza viene data alle sponsorizzazioni sportive. Nel settore neve oltre alle ben consolidate sponsorizzazioni  della squadra croata con il grande Ivica Kostelic e della squadra britannica con la brava e bella Chemmy Alcott, dalla prossima stagione grande new entry del  team francese. Per tutti gli atleti, Colmar ha studiato un  look tecnico  e performante, riproponendo gli stessi i capi  in una mini collezione “Replica” in vendita nei Colmar Shop, per tutti coloro che amano affrontare la neve con la stessa divisa del proprio idolo sportivo. Oltre alla sponsorizzazione delle Nazionali di Sci, Colmar è sempre presente con importanti investimenti nella Coppa del Mondo di Sci.  Colmar vestirà inoltre, per i prossimi 3 anni, il freestyler europeo più affermato ed amato nell’ambiente: Jon Olsson, lanciando una Capsule Collection tutta dedicata al mondo del freestyle .

Un’altra importante novità di  casa Colmar, proseguendo sul filone dello sport active, è la sponsorizzazione della FIWS (Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard). Colmar sarà fornitore ufficiale di abbigliamento della Federazione con un contratto di tre anni  dalla prossima estate 2012.
Grande importanza anche alle sponsorizzazioni sportive legate al mondo del  Golf. In qualità di Official Supplier, Colmar, per il secondo anno consecutivo, ha confermato la propria partnership con il BMW Italian Open presented by CartaSi giunto alla sua 68^ edizione. Prosegue, inoltre, la sponsorizzazione di grandi atleti professionisti come Edoardo Molinari, Costantino Rocca, Federico Colombo, Andrea Pavan, Marco Crespi e Claudio Viganò. Senza dimenticare la Coppa Colmar di Golf, uno tra i più amati Circuiti dilettantistici.

SB: Qual è la filosofia di COLMAR?
MR: Proporre capi d’abbigliamento per la neve, il mare, il golf, la città caratterizzati dalla tecnicità. Manifattura Mario Colombo coniuga l’esperienza di quasi 90 anni di storia alla capacità di rinnovarsi ed essere costantemente all’avanguardia, in modo da anticipare le tendenze del mercato.
  
SB: COLMAR è uno dei marchi più importanti nel mondo, quanti punti vendita ha sparsi in Italia e nel Continente?
MR: Colmar è presente in Italia ed Europa con punti vendita monomarca dedicati: Cortina, Courmayer,  Livigno, Megeve, Madonna di Campiglio ( inaugurato a fine luglio) , Belgrado e Seul  . Oltre ad essere distribuito nei migliori negozi di abbigliamento sportivo.

SB: Il fenomeno della disaffezione del consumer al marchio ha colpito anche il vostro settore?
MR: Oggi l’offerta è molto decisamente varia. Sia per fasce di prezzo sia per stili. Seguiamo le  tendenze e i gusti dei consumatori evolvono nel tempo. Sarebbe bello avere solo clienti che indossano capi Colmar dalla prima volta che vanno sulla neve e per tutta la vita, ma la realtà e ben diversa. Quello che l’azienda cerca di fare è offrire una gamma di prodotti di qualità che coprano un’ampia fascia di mercato, in modo da soddisfare le esigenze di consumatori diversi.
 
SB: Come possiamo considerare il mercato COLMAR? Il vostro cliente modello?
MR: Il nostro cliente modello ama un look comodo e confortevole, associato al carattere grintoso e performante. Ecco quello che Colmar propone!
 
SB: Cosa rende la vostra proposta innovativa rispetto a quella dei competitors e quali strategie comunicative usate affinchè venga percepita dal cliente?
MR: Con ogni collezione introduciamo nuovi tessuti, oltre a modifiche in termini di design e stile.
Comunicare tutto questo al cliente non è facile. Cerchiamo di farlo ad esempio, attraverso la ricerca di nuovi materiali e insieme alla formazione e istruzione del personale dei punti vendita. E ovviamente il sito Internet sta diventando sempre più il luogo privilegiato dove spiegare la tecnicità dei nostri capi.

SB: Come fa a coniugare le esigenze del consumatore “sportivo” con quelle del cliente “di strada”?
MR: Rispondo alla sua domanda introducendo il ns brand Colmar Originals. Una collezione sportswear  in cui viene rappresentata l’attitudine sportiva del brand  in  una veste originale, decisamente rinnovata. Una collezione destinata ai giovani composta, per la maggior parte da capi spalla in piuma. Il mondo Colmar è, insomma, diviso in una parte ACTIVE (sci + mare + golf) e una più LIFESTYLE (Colmar Originals)
 
SB: In tempi di crisi le aziende sospendono gli investimenti in innovazione e in formazione, ottimizzano gli investimenti nel marketing e vedono ridursi il fatturato. Non sono periodi positivi, è evidente, e si respira un po’ ovunque. Eppure i sistemi per affrontare la tempesta non dovrebbero mancare, a patto di saperli cogliere ed applicare arrivando a stravolgere anche l’organizzazione interna e le gerarchie decisionali, stiamo entrando in ambito customer experience?
MR: Penso sia ormai chiaro che la Manifattura creda molto nell’innovazione e negli investimenti di marketing e ha continuato a crederci fermamente anche in questi anni. Ovviamente è data molto importanza anche alla formazione del personale, che è sempre stimolato a crescere e a migliorarsi.
 
SB: Le nuove tecnologie, quali ad esempio il digital signage, facilitano l’utilizzo delle “extra occasion”?
MR: Le nuove tecnologie hanno dato la possibilità di contattare i consumatori praticamente ovunque. I continui stimoli a cui vengono sottoposte le persone rende sempre più difficile realizzare una comunicazione efficace e per questo riteniamo che sia fondamentale veicolare messaggi forti in grado di colpire l’attenzione. Per riuscirci,  i prodotti devono essere qualitativi e che rispondere a standard precisi: la ricerca dell’extra occasion non deve minare la qualità della comunicazione.
 
SB: Quali sono alcune delle caratteristiche che rendono il marchio e i vostri prodotti ancora innovativi e leader nel settore?
MR: Sicuramente la ricerca tecnologica e l’attenzione nella cura dei dettagli dei ns capi

SB: come affronta COLMAR l’aspetto della Custormer relationship management?
MR: Prestiamo molta attenzione ai nostri clienti e alle loro necessità. Sia per quanto riguarda aspetti più legati al prodotto sia attraverso iniziative di marketing, che stiamo sempre più cercando di migliorare: il vantaggio competitivo che offre un buon CRM sta diventando sempre più importante.

SB: Lei è responsabile marketing di COLMAR, come vede il futuro per la vostra azienda?
MR: Vedo un’azienda sana, che dopo 88 anni di attività ha ancora voglia di crescere, di innovare e di offrire prodotti sempre migliori ai clienti. Un’azienda che crede nello sport e che investe nello sport. Un’azienda che guarda al futuro e che investe sulle persone e su giovani talenti per continuare ad avere successo in un mondo che va sempre più veloce.



COLMAR Fornitore ufficiale FIWS (Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard)
Share