Dal diario di bordo del navigatore poeta

Gli ultimi giorni di navigazione ci hanno finalmente regalato la calvalcata sulle onde che ci avevano promesso quando ci siamo iscritti a questa gara, sostenendo una media di oltre dieci nodi portati dagli alisei qui si fa la bella vita. Da sabato siamo la barca piu’ veloce della flotta e siamo riusciti a recuperare una settantina di miglia su Cessna ed allungare di una quindicina su Phesheya. Nel corso di sabato notte siamo stati colti di sorpresa da un groppo, il vento e’ rapidamente salito fin sui trenta nodi, ma timondando a mano con barca lanciata in spettacolari planate abbiamo tenuto finche’ non e’ passato il nuvolone e la situazione e’ tornata alla normalita. Obiettivamente non ci eravamo preparati le manovre per togliere lo spi in una situazione simile, quindi colpa nostra, ma per fortuna non abbiamo rotto niente. La notte successiva abbiamo infatti optato per un cambio vela togliendo lo spi grande ed usando il medio, piu’ robusto, per evitare sorprese nella buia notte senza luna.

A parte questo episodio che dire, tante alghe galleggianti, le famose alghe del mar di Sargasso, che si impigliano in continuazione nei timoni. Durante il giorno caldo insopportabile, impossibile stare al sole. Compessivamente non possiamo certo lamentarci, queste sono senza dubbio le miglia piu’ facili che abbiamo affrontato dall’inizio della regata a Palma, se fosse tutto cosi’ sarebbe una pizza incredibile! Non vedo l’ora di arrivare a Charleston, rivedro’ finalmente la mia fidanzata. Pensavamo di non riuscire a vederci a questo stopover, le casse sono troppo magre per coprire i voli. Per fortuna e’ venuto in nostro soccorso il mio partner logistico “Ventana Group” che ha molto gentilmente offerto di coprire il costo dei voli. Senza il supporto di  Ventana, che ha fatto volare Ella ad ogni tappa non so davvero come avremmo fatto!

L’altro evento per il quale sono in trepidazione e’ l’incontro internazionale di Mustang, le bellissime macchine americane della casa Ford, che stiamo organizzando per il 13 Marzo presso il Lookout Pavilion del Charleston Harbor Resort & Marina. Salvo Mirabella del Mustang Club of Italy e’ uno dei miei fan numero uno e mi ha seguito passo passo da inizio regata diventando anche sponsor della mia campagna. Ad ogni tappa Salvo e’ riuscito grazie al suo entusiasmo e ai suoi contatti ad organizzare un incontro di Mustang, a Cape Town, a Welligton, a Punta del Esete ed ora negli Stati Uniti ci aspetta il raduno piu’ grande, con una settantina di macchine attese all’evento che verranno dai club di Myrtle Beach, Savannah, Georgia, Columbia, North & South Carolina apposta per salutarci, un vero onore. Se siete in zona il 13 Maggio non dovete assolutamente mancare!

Share