Dusseldorf, prove di ripresa

In Germania si respira aria di ottimismo e vitalità economica anche nel settore della nautica. In aumento le richieste di spazi espositivi al 42° Boot Duesseldorf, che si inaugura il prossimo weekend nella capitale del commercio, delle fiere e delle banche, situata sulle sponde del Reno e importante porto fluviale della Ruhr. Dopo un 2009 piuttosto difficile per il settore, gli organizzatori confermano che alla Fiera di Duesseldorf  hanno trovato spazio più di 1.550 aziende provenienti da 50 paesi, pronte ad esporre in anteprima mondiale gli ultimi prodotti della nautica da diporto, a vela e a motore, con grande attenzione al lusso. Ma anche componentistica, servizi nautici e turistici, e le novità per le attrezzature dedicate gli sport nautici.Circa 600 espositori arrivano dall’estero e occuperanno quasi la metà degli spazi totali della fiera.
ANSA – ‘Italia sara’ presente con  circa 55 espositori in totale, cui si aggiungono 40 aziende rappresentate all’interno dello stand UCINA, la confindustria della nautifca.

L’Olanda, con 160 aziende e 10.000 mq di spazi prenotati dove ci sarà lo speciale “Holland Yachts & Boats”, è il paese che da sempre è tradizionalmente più presente a Duesseldorf. Ma anche la Francia è ben rappresentata con 65 espositori, l’Italia con 50, l’Austria con 40 e il Regno Unito con 30 aziende.Al Boot 2011 verranno esposte 1.700 barche di tutte le misure e per tutte le tasche, in 11 diversi Padiglioni: dalle derive, alle canoe, dalle piccole barche a motore fino ai più grandi yacht. Anche il numero di barche a vela e a motore esposte è in crescita e da quest’anno questo segmento si allargherà in un ulteriore padiglione, ospitando molti catamarani che in questo momento stanno riscuotendo un rinnovato interesse. Grande spazio anche al lusso e all’eleganza che sarà ospitata in uno spazio indoor di 600 mq, molto esclusivo e ridisegnato dagli organizzatori per accogliere superyacht e clienti di alta gamma con negozi, ristoranti e sale riunioni dedicate.

Share