Fifa Fan Festival….where’s AC festival?

Parte il mondiale FIFA2010 e contemporaneamente inizia il FIFA FAN FESTIVAL, di cui Roma è una delle sedi. Si è svolta la settimana scorsa in Campidoglio  la conferenza stampa per il lancio dell’International FIFA Fan Fest e a piazza di Siena a Roma nasce un villaggio ufficiale della Fifa dove sarà possibile guardare, davanti a un maxischermo, le partite della coppa del mondo del Sudafrica.

Roma ospiterà infatti l’international Fifa Fan Fest, l’iniziativa rappresenta la prima volta nella storia dei mondiali di calcio in cui la Fifa aprirà una serie di villaggi ufficiali in sei metropoli internazionali (oltre a Roma villaggi saranno aperti a Berlino, Parigi, Città del Messico, Rio de Janeiro e
Sidney). Lo spazio di piazza di Siena avrà una capienza massima di 20mila persone. Nei circa 6mila metri quadri dell’ovale della piazza si pensa che in media saranno presenti circa 16mila spettatori.

Quattromila posti a sedere in più, invece, verranno dalle tribune. L’ovale di piazza di Siena ospiterà le «notti mondiali» raccontate dalla Rai.
L’evento, che vede in prima fila Fifa e comune di Roma ha il supporto del comitato organizzatore costituito dalle società Infront Italy, Nsa e Minimega e sarà aperto al pubblico dalle dieci di mattina alle due di notte. Sponsor dell’evento Coca-cola, Emirates, Yundai,Sony, Rai come broadcaster ufficiale, Radio Italia e il Corriere dello Sport come media supporter.

Tutto questo è possibile grazie ad una programmazione precisa dell’evento sportivo che permette agli organizzatori di vendere una visibilità che non è limitata solo alla location dell’evento sportivo, ma viene portata in giro per il mondo per godere dell’atmosfera mondiale.

Come SailBiz ci poniamo la seguente domanda: ma quando la Coppa America di vela potrà usufruire di una programmazione costante nel tempo che ci permetterà di dire che nel 2014, 2018 e 2022 ci sarà da godere l’atmosfera elettrizzante dell’evento sportivo? La vela vive fra l’altro di un  sovraffollamento di regate che anche a livello mondiale portano a subire una nausea mediatica. La vela se vuole diventare veramente competitiva deve intuire che la concorrenza è spietata. Oggi la federazione di cricket prepara il mondiale del 2018 potendo pianificare con i giusti tempi le opportunità per i potenziali sponsor su un target da oltre 2 miliardi di persone (India in testa).

E allora forse organizzare una regata in Italia in concomitanza della preparazione atletica della nazionale di calcio in vista del prossimo mondiale forse potrebbe diventare un errore strategico.

Share