I Giovanili a Venezia conclusi tra alti e bassi

Terminata la seconda edizione dei Campionati Nazionali Under 16, organizzati, su delega della FIV, dalla Compagnia della Vela in collaborazione con  i circoli della XII Zona. Questa mattina i 616 velisti iscritti sono stati accolti da una forte Bora di 25 nodi con punte vicine ai 30, cielo nuvoloso e mare molto mosso. Lentamente il vento ha iniziato a calare sensibilmente di intensità, le nuvole sono scomparse ma il mare è rimasto piuttosto agitato. Verso le 12.00 sono usciti in mare gli atleti della classe Techno 293 seguiti poi dai Laser 4.7. Le altre classi sono rimaste a terra perché i frangenti rendevano  difficoltosa l’uscita delle barche e avrebbero potuto complicare anche il loro rientro.

La classe Techno 293 è riuscita a completare una sola prova partita con 10 nodi di vento e conclusa con 5. Nella categoria U13 la vittoria è andata a Bianca D’Alpaos, davanti a Niccolò Bianconcini che si aggiudica così il titolo nazionale. al terzo posto è arrivato Lorenzo Caria.
Tra gli U15, la regata se la aggiudica Antonino Cangemi che precede Giuseppe Zerillo, vincitore overall, e Matteo Evangelisti.
Michele Cittadini (Under 17) vince la prova odierna davanti a Marta Maggetti e Elena Vacca. La Maggetti con il secondo posto, risultato che scarta, mantiene la prima posizione e conquista il titolo.

Anche la classe Laser 4.7 ha preso il via con 5-6 nodi di vento, ma a circa due terzi del percorso l’aria è calata costringendo il Comitato di Regata ad annullare la prova. Tutti a terra e nulla di fatto.

Nessuna prova per le classi RS Feva, l’Equipe EV, 555Fiv, Tyka, Optimist e 420.

“Sono molto soddisfatto di questa seconda edizione dei Campionati – ha detto Guido Ricetto Principal Race Officer dei Campionati – soprattutto per il numero di partecipanti che ha superato i 600 atleti, un numero che mi ha favorevolmente stupito. 390 imbarcazioni distribuite su cinque campi di regata. La Compagnia della Vela e i circoli della XII Zona ha fatto un ottimo lavoro, hanno allestito un’area dove alla fine delle prove i ragazzi si possono ritrovare per stare insieme e scambiarsi pareri e impressioni. I Campionati dopo la prima edizione di Marsala sta crescendo e diventando sempre più importante e i circoli stanno rispondendo in modo adeguato. Per quanto riguarda le regate la giornata di ieri è stata molto difficile, tipica dell’Adriatico, con passaggio di sistemi frontali che possono portare pioggia, vento e scarsa visibilità. La decisione di non far disputare le prove, è stata presa soprattutto per garantire la sicurezza in mare degli atleti, nostro primo obiettivo, e per evitare di falsare anche il risultato finale di un evento che nelle prime due giornate ha visto la disputa di prove molto regolari. Tutti mi sembrano comunque abbastanza soddisfatti. Tutti mi sembrano comunque abbastanza soddisfatti. La Federazione  lo è in modo particolare – ha concluso Ricetto – perché oltre agli ottimi risultati in campo giovanile, in questo momento si registra una crescita del movimento grazie ai circoli, alle Zone, agli istruttori e ai genitori che finanziano i ragazzi anche in un momento economico difficile.”

L’evento si è chiuso con la cerimonia di premiazione tenutasi sotto il grande tendone allestito sulla spiaggia. Venezia passa la consegna a Cagliari dove si terrà la terza edizione dei Campionati Nazionali Under 16.

A Venezia, la festa della vela giovanile continua con la Primavela 2011 in programma dal 7 al 10 settembre. Domani sera alle 19.30 presso la Sala delle Feste del Museo Correr è in programma la cerimonia di inaugurazione alla quale sarà presente un numerosa rappresentativa dei 449 ragazzi iscritti che sfileranno da Riva degli Schiavoni fino a Piazza San Marco. Alla cerimonia è atteso Giorgio Orsoni, Sindaco di Venezia e Presidente della Compagnia della Vela, circolo organizzatore della manifestazione.

Share