Le date Audi MedCup

È già in moto l’organizzazione del Circuito Audi MedCup 2011 che, per la prima volta, vedrà insieme la flotta dei TP52 Series – che corrono con un nuovo regolamento di stazza che li renderà ancora più spettacolari – e quella del nuovo one-design S40 che, da quando è stato scelto per correre il Circuito, è sotto i riflettori di tutta la stampa di settore. La stagione 2011 seguirà un calendario abbastanza simile a quello del 2010 con una regata in Francia, una in Italia, una in Portogallo e due in Spagna. A oggi la maggior parte delle città ospitati è stata scelta ma l’organizzazione sta ancora lavorando per gli ultimi accordi.

Il calendario 2011 è il seguente:

Trofeo 1 – martedì 17 – domenica 22 Maggio
Trofeo 2 – martedì 14 – domenica 19 Giugno
Trofeo 3 – martedì 19 – domenica 24 Luglio
Trofeo 4 – martedì 23 – domenica 28 Agosto
Trofeo 5 – lunedì 12 – sabato 17 Settembre

Per quanto riguarda i TP52, la competizione avrà lo stesso formato dell’anno passato, con le regate ufficiali che inizieranno il martedì per terminare la domenica successiva e che comprenderanno una regata costiera per evento (possibilmente il venerdì). Il programma per la nuova Classe S40 deve ancora essere confermato ma sarà certamente studiato per sfruttare al massimo le prestazioni corsaiole delle barche e non prevede la regata costiera. Come di consueto, l’ultimo evento dell’Audi MedCup 2011, si correrà da lunedì a sabato per avere la festa di premiazione nella giornata di sabato.

Per il 2011 i team potranno allenarsi nelle acque della città ospite solamente per due giorni prima dell’inizio dell’evento. Ogni evento del Circuito Audi MedCup inizierà il week-end precedente l’inizio della competizione con l’apertura del villaggio pubblico ricco di attività per i visitatori (inclusa la ‘giornata del pontile aperto’ il primo sabato).

Per quanto riguarda le città ospitanti, Ignacio Triay (ESP), direttore del Circuito Audi MedCup spiega:  “Stiamo chiudendo le trattative. In linea di massima torneremo in quelle sedi che sono state un successo nel 2010. Noi vogliamo offrire ai nostri armatori ciò che a loro più piace e contemporaneamente, soddisfare le esigenze del nostro sponsor, Audi”.

“Da un lato, tornare là dove il circuito ha avuto successo, è logico e dà una certa continuità a tutti: alle città che sanno già come e dove organizzare l’accoglienza prevista ma anche agli organizzatori, ai team e agli ospiti che non devono ricominciare tutto daccapo. Senza contare che dal punto di vista tecnico, si hanno già dati meteo validi per le regate. Dall’altro lato, però, a tutti piace visitare nuove città, perché ogni cambiamento presuppone una sfida”.

“Stiamo lavorando su questo argomento, ma mantenere al centro l’ago della bilancia non è sempre facile. Però, posso assicurare che non scenderemo a nessun compromesso e che manterremo il livello qualitativo del 2010. Anzi, faremo di tutto per superarlo”.

     

Share