L’eccellenza della nautica presentata al Blue District di Genova

Nella bellissima cornice della sala Cuspide del Blue District di Genova sono stati presentati alla comunità della blue economy ligure i prestigiosi riconoscimenti dei Blue Marina Awards. Ad aprire l’incontro, Walter Vassallo, ideatore dei Blue Marina Awards nonché fondatore e Amministratore Delegato di Letyourboat, la startup innovativa che ha innescato un cambio di paradigma nella nautica e nel turismo esperienziale.

Marina Cala del Forte Facebook

Marina Cala del Forte Foto: Facebook

L’ideatore spiega l’importanza dell’iniziativa partendo dal fatto che è accolta dall’intero settore: Assonautica Italiana ne è diventata promotrice, ASSONAT, l’Associazione Nazionale Approdi e Porti Turistici è il partner istituzionale mentre il RINA, ente internazionale di classificazione navale, certificazione, test ed ispezioni, è l’ente tecnico dei Blue Marina Awards. A questi si aggiungono i patrocini di Enit (Agenzia Nazionale del Turismo), la Regione Liguria e Confindustria Genova.

L’iniziativa non vuole solamente essere qualificante per i porti turistici e approdi, ma diventa importante per l’intero sistema che ruota attorno alla blue economy. Il settore del turismo è passato da un turismo di destinazione ad un turismo di esperienza. È l’esperienza che attrae il viaggiatore verso una località turistica. Oggi più che mai i marina e approdi hanno l’opportunità di diventare una porta di ingresso al turismo esperienziale, svincolarsi dalla stagionalità e diventare più accessibili da un più ampio pubblico che puo’ portare ricchezza al tessuto socio-economico, diventare parte integrante di un territorio.

“Si tratta di riconoscimenti da assegnare su base annuale ai Porti e Approdi turistici italiani più meritevoli nella gestione e sviluppo delle loro strutture dal punto di vista della sostenibilità, sicurezza, innovazione e accoglienza turistica. I Blue Marina Awards hanno l’obiettivo di valorizzare il nostro patrimonio nautico e di diventare un blu print come le bandiere blu per le località balneari. Un marchio di qualità riconoscibile dal grande pubblico“ – spiega Walter Vassallo.

“L’idea dei Blue Marina Awards è partita con la consapevolezza che l’Italia possa essere al primo posto mondiale in riferimento al turismo nautico”, continua Vassallo, “Per farlo occorre supportare questo ecosistema e portarlo all’attenzione della collettività, che lo vede come mero spazio per ‘parcheggiare’ imbarcazioni. Questa iniziativa serve ad innescare un cambio di paradigma. Un processo che può essere favorito dallo sviluppo di fattori come l’innovazione, la sostenibilità, l’accoglienza turistica e la sicurezza”, conclude Vassallo.

“Questa sera sono presente in duplice veste – dichiara Giancarlo Vinacci già Assessore allo Sviluppo Economico di Genova – la prima in rappresentanza di Assonautica Italiana che, avendo posto al vertice delle proprie priorità la salvaguardia dell’ambiente e lo sviluppo del settore, ha subito ben accolto l’invito di Walter Vassallo. La seconda in qualità di Presidente della Fondazione che porta il mio nome e che ha, come obiettivo, la sollecitazione verso le Istituzioni di idee, come quella di Walter Vassallo, che da progettuali diventano sostenibili e quindi realizzabili. Misurare l’efficienza e la sostenibilità delle Marine, scatenando anche un po’ di sana competizione volta al virtuosismo, non può che giovare al Paese dagli 8.000 chilometri di costa”.

Luigi Bottos, Head of ESG Certification Strategic Centre del RINA spiega il lavoro condotto dal RINA per predisporre i questionari di valutazione utilizzati per definire le quattro aree  tematiche alle quali porti turistici e approdi potranno candidarsi per concorrere ai premio e ricevere un attestato che fotografa la loro ‘salute’. “Siamo orgoglioi sdi partecipare al Blue Marina Award come Ente tecnico per la definizione dei requisiti di valutazione dei concorrenti al premio”, spiega Bottos, “Le valutazioni sono incentrate su quattro temi fondamentali: Sostenibilità, Innovazione, Accoglienza turistica, Sicurezza. Per ogni tema c’è un questionario da compilare ed un premio. I partecipanti potranno decidere liberamente se iscriversi ad uno o a tutti e quattro i premi, e una volta completata l’iscrizione al sito www.bluemarinaawards.com riceveranno il link d’accesso alla pagina dove potranno compilare online i questionari. La scadenza per poterlo fare è fissata al 21 Luglio. I nostri esperti in materia, successivamente, assegneranno a ciascuna voce un punteggio da zero (assenza del requisito) a 10 (totale rispondenza del requisito), e i marina e approdi che otterranno il punteggio più alto – espresso in percentuale – vinceranno l’ambito premio, uno per ogni categoria. Tutti i partecipanti riceveranno una certificazione che permetterà loro di comprendere il loro stato dell’arte su queste aree tematiche.”

I Blue Marina Awards sono anche un’opportunità per qualsiasi soggetto impegnato sui temi della Sostenibilità, dell’Innovazione, dell’Accoglienza turistica e della Sicurezza e più in generale nei settori della blue e green economy di diventare Sponsors dell’iniziativa. Un’occasione importante di visibilità oltre al fatto che, attraverso questa iniziativa, si potranno generare contatti diretti con i porti turistici e approdi e con l’ecosistema che vi ruota attorno.