Mura ha detto STOP

 Era nell’aria, nessuno ci voleva credere fino all’ultimo, ma il post pubblicato dall’account Vento di Sardegna ha tolto ogni dubbio! Andrea Mura ha deciso di vendere la barca costruita da Persico Marine, l’IMOCA 60 per partecipare alla prossima Vendeé Globe. Mestamente il navigatore sardo dichiara “L’Italia non è pronta. I soldi ci sono ma non c’è interesse per la vela”. E’ difficile immaginare quanto sia stata dura per un sardo come lui, forte nell’animo e nella tempra, dover rinunciare. Ma la Regione Sardegna già da tempo non si era fatta più viva e così il sogno è svanito. Le Sarde Srl, management company creata per supportare la sfida italiana al Vendée Globe, comunica la vendita dell’IMOCA 60, disegnato e costruito appositamente per questa regata. Transat Jacques Vabre 2015 (al via a fine ottobre), regata valida per la qualificazione alla Vendée Globe 2016. “C’è amarezza per questo stop, ma la mia indole mi porta a cercare sempre nuove sfide. Andrea Mura non finisce con il progetto Vendée, ho già in mente nuovi traguardi agonistici da raggiungere e record da battere.” Adesso sarà interessante scoprire quale team sfrutterà la tecnologia tutta italiana per affrontare questa regata oceanica che avrà anche il tifo italiano.

Share