Confindustria Nautica

Noleggio imbarcazioni da diporto, le novità sull’Iva

Novità in tema Iva per il noleggio delle imbarcazioni da diporto. L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il provvedimento che disciplina le modalità e i termini di presentazione delle dichiarazioni per beneficiare della non imponibilità dell’Iva sui servizi di locazione, anche finanziaria, noleggio e simili, non a breve termine di imbarcazioni da diporto e di navigazione in alto mare. Ecco cosa serve sapere.

Sul fronte Iva per il noleggio delle imbarcazioni da diporto, chi vuole beneficiare della non imponibilità deve presentare telematicamente all’Agenzia delle Entrate una dichiarazione che attesti il possesso dei requisiti. Tale dichiarazione può essere trasmessa in via telematica a partire dal prossimo 15 luglio. Per farlo si può utilizzare il software gratuito “dichiarazionenautica”.

In particolare, il modello, con le relative istruzioni, disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, può essere trasmesso utilizzando i canali telematici Entratel/Fisconline della stessa Agenzia direttamente dal dichiarante o tramite un soggetto incaricato della trasmissione telematica, utilizzando esclusivamente il software denominato “dichiarazionenautica”. Una volta presentata la dichiarazione verrà rilasciata una ricevuta telematica con indicazione del numero di protocollo di ricezione.

Il modello è composto dal frontespizio, che contiene i dati del dichiarante o dell’eventuale rappresentante firmatario, il numero del protocollo e l’impegno alla trasmissione telematica; dal quadro A, relativo alla dichiarazione della percentuale di utilizzo dei servizi di locazione anche finanziaria, noleggio e simili non a breve termine, nel territorio della Ue, di imbarcazioni da diporto, nel quale sono indicati il codice fiscale del prestatore del servizio, i dati identificativi dell’imbarcazione, i dati del contratto per i servizi di locazione e l’attestazione della percentuale di utilizzo dell’imbarcazione nel territorio Ue che può essere preventiva, indicando l’anno di riferimento o consuntiva, con indicazione del numero di protocollo della relativa dichiarazione preventiva se presentata; dal quadro B, relativo alla dichiarazione di navigazione in alto mare ai fini della non imponibilità ai sensi dell’articolo 8-bis del decreto Iva, che deve contenere i dati che identificano la nave, la dichiarazione di intento di avvalersi della facoltà di effettuare acquisti o importazioni senza applicazione dell’Iva, indicando l’anno di riferimento, l’attestazione dell’effettuazione di un numero di viaggi in alto mare superiore al 70% del totale nell’anno solare precedente o in quello in corso al momento della dichiarazione, l’attestazione del possesso dei documenti richiesti ai fini della dimostrazione della sussistenza della condizione di navigazione in alto mare, il codice fiscale della parte contraente (cedente/prestatore) con riferimento alla singola nave a cui l’operazione si riferisce.